Dopo essersi preso più volte gioco di concorrenti come Apple e Google per la loro scelta di integrare il notch nei dispositivi, anche Samsung sembra ormai essere in procinto di fare altrettanto. Il primo smartphone del gruppo con la “tacca” sarà quasi certamente Galaxy M2, già protagonista di alcune indiscrezioni e oggi mostrato da un render pubblicato sulle pagine del sito PhoneArena.

Samsung Galaxy M2 con notch

Il device andrà probabilmente a costituire l’offerta entry level del gruppo per il 2019, togliendo dunque di mezzo le linee J, C e On destinate negli ultimi anni alla fascia più economica del mercato. Meno frammentazione nel catalogo del produttore, così da non generare confusione per coloro che si apprestano a scegliere quale dispositivo acquistare. Per quanto concerne lo schermo, potrebbe essere integrato il display Infinity-U (o Infinity-V) mostrato nelle scorse settimane, con una sorta di waterdrop notch ricavato nel bordo superiore del pannello al fine di sfruttare il più possibile la superficie frontale.

Samsung Galaxy M2 e il suo notch in un render

Specifiche tecniche

Un primo sguardo alle specifiche tecniche è fornito dal benchmark AnTuTu che fa riferimento al modello SM-M205F. Lo schermo avrà aspect ratio 19.5:9 con risoluzione 2340×1080 pixel e fotocamera frontale da 8 megapixel per i selfie incastonata nel già citato notch. Il processore Exynos 7885 sarà affiancato da 3 GB di RAM, 32 GB di memoria interna per lo storage e fotocamera posteriore da 13 megapixel. Per quanto concerne il sistema operativo, l’unità impiegata nel test si basa su Android 8.1 Oreo, ma è probabile che al momento del lancio venga preinstallata l’edizione Pie della piattaforma.

Samsung Galaxy M2: benchmark AnTuTu

Trattandosi di rumor è ovviamente al momento tutto da prendere con le pinze. Galaxy M2 potrebbe essere presentato e lanciato nella prima parte del prossimo anno, posizionandosi come già detto sul mercato come l’offerta entry level del brand. Alla fascia media continuerà a essere indirizzata la gamma Galaxy A, mentre tra i flagship troveranno posto i Galaxy S10 con schermo Infinity-O anch’essi protagonisti di indiscrezioni in questi giorni, il phablet Galaxy Note e lo smartphone pieghevole con pannello Infinity Flex che, insieme ai suoi diretti concorrenti, andrà a definire una nuova categoria.

Fonte: PhoneArena