Durante il lockdown, gli sport agonistici hanno subito un arresto, ma solo quelli “fisici”. Gli eSports, ovvero l’agonismo che riguarda il mondo di videogiochi, non si è fermato, anzi. Infatti, i dati segnano un’importante crescita sia degli utenti che giocano, che di quelli che guardano gli eSports: tutte le informazioni provengono dal report annuale (con riferimento principale al 2019, ma che include anche interessanti dati relativi al periodo di lockdown) di IIDEA, associazione di categoria dell’industria dei videogiochi in Italia.

eSports in Italia: dati in crescita

Secondo il rapporto pubblicato dall’associazione di categoria, la crescita sarebbe stata importante:

il lockdown ha portato gli avid fan a dedicare più tempo ai videogiochi per PC (48%) e console (42%). Sono cresciuti (+45%) i momenti dedicati a TV e film in streaming oppure on-demand, mentre nel 44% dei casi è stato di più il tempo dedicato a guardare esports online. Durante il lockdown è stato registrato un incremento della spesa in TV o film in streaming oppure on-demand (15%), download di videogiochi (15%) e contenuti in-game (11%). In generale, il 38% degli avid fan ha guardato esports in sostituzione degli sport tradizionali, il 35% ha guardato esports insieme ad amici e familiari e il 29% ha discusso dei risultati di eventi esports con amici o familiari.

Dunque, gli eSports sono stati vissuti come una vera e propria alternativa ai classici sport. È aumentato il numero di utenti che, oltre a giocare, ha mostrato interesse a guardare il videogioco “agonistico” e commentare le sessioni in con amici e parenti.

Interessante osservare il profilo “tipo” del fan degli eSports in Italia e in quali regioni ce ne sono di più:

Dall’analisi, il profilo dell’utente che parla di esports sui social media è prevalentemente maschile (62% vs 38%), con una maggiore concentrazione nei segmenti 18-24 anni e 25-34 anni. Inoltre, la maggior parte dei contenuti rintracciati analizzando blog, forum, Facebook, Twitter, YouTube, Instagram e Reddit, proviene dalla Lombardia (28%), che stacca Emilia-Romagna (13%), Lazio e Campania (9%) in vetta alla classifica.

Concludiamo con un ultimo interessante estratto dal report, a riguardo delle tipologie di eSport maggiormente popolari in Italia:

I fan di esports seguono in media più di due generi di esports (2,6, +8% rispetto alla precedente analisi). Videogiochi sportivi e sparatutto sono i generi di videogiochi più seguiti. A seguire Battle Royale e MOBA.