Ericsson ha annunciato di aver
firmato un importante accordo con la società israeliana Discretix
Technologies
, per l’adozione delle soluzioni di sicurezza sviluppate da
Discretix nei propri futuri terminali mobili GPRS e 3G.

Il sistema, dal nome CryptoCell,
è basato sulla tecnologia CryptoEngine di Discretix e risiede nel cuore di un
microprocessore, che consente di effettuare transazioni economiche, acquisti,
ma anche la semplice navigazione su Internet, con la massima sicurezza. Il microprocessore
si inserisce facilmente nelle più comuni schede madri utilizzate per i cellulari
ed è compatibile sia con i principali algoritmi di definizione della CPU del
telefono, sia con i vari standard mobili. Il sistema sviluppa chiavi di sicurezza
di lunghezza infinita e si interfaccia facilmente con i maggiori standard di
sicurezza esistenti. Infine l’intero progetto è a prova di virus e di hacker.