Torniamo ancora sulla disputa tra Apple e il governo americano per segnalare che la società di Cupertino ha inserito nella sua pagina di supporto ufficiale le informazioni relative alla battaglia legale della società. Ricapitoliamo in breve: un giudice americano aveva emesso un ordine che imponeva ad Apple di aiutare l’FBI ad accedere ai dati dell'iPhone 5c usato dall'attentatore che lo scorso dicembre ha ucciso 14 persone a San Bernardino e Tim Cook ha detto di no.

Tim Cook
Tim Cook ha spiegato i motivi della sua decisione

Nelle FAQ, Apple rende chiaro che il governo sta chiedendo "di creare una versione unica di iOS che possa aggirare le protezioni di sicurezza nella schermata di blocco". In particolare, ad Apple è stato chiesto di disattivare la funzione di auto-erase che cancella i dati all'interno di un iPhone dopo aver inserito dieci codici di accesso errati. Apple aggiunge che cedere all'ordine del governo potrebbe portare in futuro a richieste per registrare le conversazioni o monitorare la posizione di un utente. Apple ammette che il software richiesto da parte del tribunale possa essere realizzato, ma considera tale versione di iOS "pericolosa". Aggiunge infine che "l'unico modo per garantire che uno strumento così potente non sia abusato e non cadere nelle mani sbagliate è quello di non crearlo".