Arrivano nuove interessantissime informazioni per quanto riguarda il mondo Apple, infatti il suo produttore di SoC, TSMC starebbe preparando 80 milioni di chip A14 da utilizzare sui prossimi iPhone 12. Questo è quanto stato affermato nelle ultime ore da l0vetodream. Questa notizia va a far seguito ad un recente rapporto che, al contrario, suggeriva una netta contrazione della prossima domanda relativa agli ordini degli iPhone di nuova generazione. La casa di Cupertino potrebbe dunque riporre molte più speranze sui nuovi device e lo sviluppo massiccio dei chip andrebbe proprio in questa direzione.

iPhone 12, la domanda resta alta

TSMC avrebbe realizzato i chip A14 utilizzando un processo produttivo a 5 nanometri e così l’iPhone 12 potrebbe, fin dal principio, stabilire un nuovo standard, considerato che si tratterebbe di uno dei primi dispositivi mobile ad adoperare un simile processo in grado così di ridurne le dimensioni ed allo stesso tempo aumentarne drasticamente le prestazioni.

Il processo potrebbe rispecchiare, in gran parte, quanto già visto, con l’A12 Bionic utilizzato sugli iPhone ed iPad Pro del 2018. In questo caso, Apple fu tra le prime aziende ad implementare dei SoC realizzati con un processo a 7 nanometri. Non a caso, il chip A12 è stato inserito tra le innovazioni più importanti realizzate in campo tech nel corso di quell’anno.

L0vetodream ha affermato che TSMC produrrà 80 milioni di chip A14 entro la fine dell’anno ma considerato che Apple non rilascia mai ufficialmente i dati ufficiali di vendita e sulla produzione ci viene difficile fare un paragone rispetto allo scorso anno. Quel che è certo, se questi dati venissero confermati, è che i timori di queste ultime settimane, avanzati dagli analisti su un possibile crollo della domanda dei nuovi melafonini risulterebbero del tutto esagerati.

Anzi la richiesta potrebbe essere ancora maggiore se si considera che potrebbero essere ben quattro i nuovi iPhone ad essere annunciati, cosa mai accaduta prima e che consentirebbe all’azienda di andare a coprire diverse fasce di prezzo del mercato e competere maggiormente con le proposte offerte dai vari produttori della controparte Android.

Negli ultimi anni, infatti, Apple ha lanciato due o al massimo tre nuovi modelli di iPhone nel corso del Keynote di settembre, annunciando magari separatamente un nuovo dispositivo più economico, come accaduto quest’anno con la rivisitazione dell’iPhone SE. Tutti e quattro i device dovrebbero però contare sull’implementazione dell’ultimo super processore Apple, in grado dunque di garantire ottime prestazioni anche sulle proposte più “economiche” offerte dall’azienda.

Le migliori offerte di oggi per Apple iPhone 12: tutti i prezzi

Fonte:CULTOFMAC