I leak sono stati, purtroppo smentiti, i tempi non sono ancora maturi per gli Apple AirTag. Di conseguenza, ieri non è stato annunciato alcun dispositivo della mela morsicata che sia in grado di tracciare la posizione e permettere di ritrovamento di oggetti perduti. Se però ti serve proprio qualcosa di questo tipo, e ne hai bisogno ora, ci sono delle alternative. Certo, magari non saranno altrettanto “prestanti”, ma almeno esistono e puoi già comprarle (a buon prezzo).

Apple AirTag: le alternative

Un dispositivo trovatutto funziona solitamente attraverso la connessione Bluetooth allo smartphone. Sfruttando questo collegamento, è in grado di segnalare la posizione degli oggetti ai quali è attaccato, ma anche di inviare una notifica nel caso in cui il collegamento si perda e – di conseguenza – si rischia di lasciare il proprio oggetto in un determinato posto.

Gli Apple AirTag sfrutteranno la tecnologia UWB, promettendo di offrire performance superiori a quelle dei più comuni tag. Tuttavia, potranno essere utilizzati solo con determinati modelli di iPhone e – soprattutto – avranno un prezzo abbastanza elevato.

Le alternative che ti proponiamo hanno invece un prezzo accessibile e – soprattutto – puoi utilizzarle liberamente con Android oppure iOS. Ecco le tre migliori proposte da utilizzare al posto degli AirTag:

Collegando questi dispositivi al tuo smartphone, potrai essere certo di non perdere più nessuno degli oggetti ai quali attaccherai il tuo trovatutto.