Nonostante il Force Touch rappresenti una delle innovazioni più apprezzate dagli utenti nel 2015, Google ha deciso di non includere il supporto a questa tecnologia all’interno di Android N, nuova major release del robottino verde che dovrebbe essere rilasciata in via definitiva durante il prossimo autunno.
Eppure, nella seconda developer preview di Android N, era presenta una funzionalità chiamata "Launcher Shortcuts" che, almeno sulla carta, rappresentava proprio la gestione nativa del Force Touch, un aspetto che aveva fatto ben sperare per l'eventuale supporto nativo a questa tecnologia.

Huawei Mate S con Force Touch
Huawei Mate S con Force Touch

Peccato però che proprio in occasione della giornata di apertura del Google I/O 2016, Big G abbia stoppato tutti gli entusiasmi a riguardo, annunciando ufficialmente la rimozione di questa funzionalità dalla prima beta di Android N, in distribuzione proprio in queste ore. Google ha specificato che il supporto nativo al Force Touch arriverà in una versione di Android successiva alla N, per cui se ne riparlerà almeno per il 2017, con buona pace dei produttori di telefonia che dovranno lavorare in proprio per integrare questa tecnologia nei propri smartphone.

Si tratta di una scelta singolare da parte di Google, in quanto i tempi sembravano assolutamente maturi per un supporto nativo al Force Touch da parte di Android, ma evidentemente Big G ha voluto prendersi più tempo al fine di implementare in maniera ancora più efficace questa tecnologia.

A questo punto staremo a vedere se i produttori di smartphone Android decideranno di inserire comunque il Force Touch in quelli che saranno i nuovi modelli lanciati nella seconda metà del 2016.