Secondo il noto analista TF International Securities Ming-Chi Kuo, le nuove AirPods 3 di Apple vedranno la luce nella prima metà del prossimo anno e disporranno di un design simile a quello visto sul modello “Pro”.

AirPods 3: le (poche) informazioni a riguardo

Sembra che il colosso di Cupertino voglia lanciar la nuova versione delle cuffie TWS – dopo oltre un anno dall’ultimo restyling che ha introdotto la ricarica wireless sul case – nel corso del primo trimestre del prossimo anno, con un design simile a quello visto sul modello “Pro”.

Tale prodotto infatti, si discosta molto da quanto osserviamo con la variante classic. Di fatto, la novità che balza all’occhio dalla variante introdotta nel novembre dello scorso anno è rappresentata dal gommino in silicone morbido (da ben tre dimensioni) che dona ai driver l’aspetto di una auricolare in-ear. Inoltre vediamo che gli steli delle cuffie sono visibilmente più corti di quanto non avviene con il normale modello di AirPods.

Le novità di AirPods Pro son state altresì contestuali alla certificazione all’acqua e al sudore così come ad una migliore qualità del suono unita alla cancellazione attiva del rumore. Con queste premesse dunque: cosa aspettarci dal terzo modello della famiglia? (In realtà sarebbe il quarto se comprendiamo tutte le line-up).

Sicuramente le features sopra citate le ritroveremo tutte, ma poi? Al di là delle congetture di Kuo circa la data di uscita e il design finale, sappiamo ben poco. L’unica indiscrezioni trapelata prevedeva anche un maggior supporto al monitoraggio della salute; ma in che modo riuscirà a farlo Apple? Infatti ci si domanda: cosa si può introdurre in più ad un prodotto già molto riuscito e completo?

Di contro il prezzo non sarà basso; pensando ad oggi che abbiamo un costo di circa 279 € per la versione Pro e di 180 € per la variante classic (II edition), il costo al lancio non sarà certamente più esiguo.

Kuo ha anche ribadito il rumor che prevede l’assenza delle EarPods cablate nelle confezioni di vendita dei nuovi iPhone 12, al fine di potenziare le spedizioni e le vendite di AirPods in occasione del lancio del terzo modello.

Fonte:Macrumors