L’Autorità per le Comunicazioni ha illustrato la situazione del mercato delle telecomunicazioni nel nostro paese.
Lo scorso anno, in Italia, i ricavi della telefonia fissa sono diminuiti del 3,9% a 22,13 miliardi, mentre quelli della telefonia mobile sono aumentati dell'1%.
Telecom Italia si conferma in testa nella spesa totale degli utenti sul fisso con una quota del 69,9%, rispetto al 73,6% del 2006. In crescita anche i maggiori concorrenti, si evidenzia Fastweb che passa da una quota del 5,3% al 6,9%.
Sempre più italiani utilizzano la linea ADSL per navigare su Internet,
il numero degli utenti è infatti salito a circa 10,5 milioni, contro i
9,7 milioni dell'ottobre scorso.

Nella telefonia mobile, le quote di mercato della spesa finale vedono Telecom Italia al 41,9%, Vodafone Italia al 36,3%, Wind al 14,3% e H3G al 7,5%.
Per la telefonia mobile di terza generazione, con ben 24 milioni di sottoscrizioni, l'Italia raggiunge la vetta nel Vecchio Continente; Germania e Regno Unito seguono, con 15,7 milioni e 12,3 milioni di sottoscrizioni.

L'Italia detiene il record mondiale di SIM attive per persona: con 89,8 milioni di SIM, gli italiani possiedono in media un numero e mezzo per abitante.
Infine, si segnalano gli operatori mobili virtuali, che nonostante siano da pochi mesi presenti nel mercato, contano già 500.000 clienti.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum