Era molto tempo che ci aspettavamo il lancio di uno smartwatch da parte di OnePlus, e finalmente l’azienda cinese ha presentato il suo primo dispositivo indossabile contestualmente con la nuova serie 9 dei propri smartphone; OnePlus Watch presenta un design classico ed un prezzo competitivo, vediamo quali sono le nostre impressioni.

Contenuto della confezione

La confezione di vendita ricorda molto quella degli smartphone OnePlus, ma rimane piuttosto essenziale in quanto a contenuto. Vi troviamo infatti soltanto lo smartwatch e il cavo con la basetta magnetica per la ricarica, oltre ai consueti manuali d’uso. La basetta di ricarica si collega allo smartwatch tramite una coppia di pogo-pin e richiede un caricatore USB per il collegamento alla rete elettrica.

Design

Il design di OnePlus Watch è quello classico con cassa circolare in acciaio inox e cinturino in fluoroelastomero, un materiale plastico antiallergico. La cassa ha diametro di 46,4mm e spessore di 10,9mm, con un peso del dispositivo pari a 45g che salgono a 76g con il cinturino incluso.

La parte superiore è occupata completamente dal display AMOLED da 1,39″ con risoluzione di 454×454 pixel e densità di 326ppi e protetta da vetro (non sappiamo se si tratti di Gorilla Glass o altro) con curvatura 2.5D. La faccia interna è invece ricoperta in plastica e comprende i già citati pogo-pin per la ricarica oltre ai sensori ottici per la misurazione del battito cardiaco e dell’ossigeno nel sangue. Ai lati troviamo invece due tasti a destra (uno con il nome OnePlus impresso) mentre a sinistra trovano posto microfono e altoparlante di sistema.

Il cinturino originale OnePlus ha l’attacco standard da 22mm, questo significa che possiamo cambiarlo facilmente con cinturini di terze parti per indossare colori o stili sempre diversi.

La scelta di avere una dimensione unica del device, in particolare la dimensione che per altri produttori è la maggiore, fa sì che OnePlus Watch possa essere visto come troppo grande da una buona fetta di utenza, soprattutto femminile. Avremmo sicuramente apprezzato la disponibilità di una cassa da 42mm per chi cerca orologi più compatti.

Display

L’ampio display AMOLED appare ben luminoso e con colori vividi senza essere troppo saturi. Abbiamo la possibilità di impostare la luminosità automatica, oppure di scegliere manualmente l’intensità in una scala di cinque livelli. Assente invece l’always-on display per avere tutte le informazioni costantemente sotto controllo, sicuramente per ridurre consumo di batteria; sarà necessario muovere il polso per attivare lo schermo ogni volta che si vuole vedere l’ora o le altre informazioni disponibili sul quadrante.

In un uso all’aria aperta consigliamo però di utilizzare un livello di luminosità manuale dal momento che quello automatico mantiene l’intensità un po’ troppo bassa e non ci permette di visualizzare al meglio le informazioni, soprattutto alla luce diretta del sole. Nessun problema invece aumentando la luminosità sul livello 4 o 5.

Caratteristiche

OnePlus Watch è gestito dal processore STM32, un chipset a 32 bit basato su architettura Cortex-M a basso consumo energetico. Abbiamo 1GB di RAM e 4GB di memoria interna, di cui solo 2GB a disposizione dell’utente per la memorizzazione ad esempio di file musicali.

Le connettività includono il Bluetooth 5.0 per connessioni stabili con lo smartphone, la localizzazione con GPS, Glonass, Galileo e BeiDou, mentre manca l’NFC nella versione europea dal momento che non è supportato alcun sistema di pagamento contactless.

I sensori invece comprendono gli ormai immancabili accelerometro, giroscopio, magnetometro e barometro, oltre al sensore di luminosità per la regolazione automatica del display e al sensore ottico PPG per le misurazioni di battito cardiaco e SpO2.

Trattandosi poi di un device pensato per essere usato durante tutte le attività fisiche non poteva mancare la certificazione IP68 come protezione da polveri e immersioni in acqua fino a 50 metri (5atm).

La batteria da 402mAh riesce a garantire fino a 14 giorni di autonomia con un utilizzo tipico, che scendono a circa 5 giorni se si tiene attivo il monitoraggio costante del battito cardiaco e della saturazione del sangue. La ricarica è però molto rapida, ed in soli 5 minuti abbiamo l’autonomia sufficiente per un giorno mentre in 20 minuti possiamo ricaricare completamente l’orologio.

Software, applicazioni e compatibilità

Parlando di interfaccia software, OnePlus Watch utilizza un sistema operativo proprietario sebbene la UI è piuttosto classica e simile a quella vista in altri prodotti. Purtroppo però non abbiamo compatibilità con applicazioni terze, nemmeno per la personalizzazione dei quadranti, quindi dovremo accontentarci di quanto troviamo preinstallato.

Sono supportati circa 110 diversi sport, quindi possiamo dire che praticamente qualsiasi tipo di attività fisica può essere monitorata e misurata in modo preciso, compreso il nuoto, di cui è calcolato il SWOLF ovvero la combinazione fra tempo impiegato e numero di bracciate compiute per percorrere una certa distanza.

Non mancano poi la misurazione del sonno, che ci è sembrata piuttosto precisa e dettagliata, e dello stress, mentre alcune colleghe ci fanno notare l’assenza della funzione di tracciamento del ciclo femminile.

La presenza di microfono e altoparlante ci permette di rispondere a chiamate direttamente dal polso, ma come intuibile la qualità delle conversazioni non sarà certo elevata. Possiamo anche ricevere le notifiche delle app dello smartphone e rispondere con dei messaggi predefiniti, ma purtroppo (almeno per ora) non è supportata la lingua italiana.

Per connetterci allo smartphone ed accedere ai dettagli di tutte le misurazioni dobbiamo installare l’app OnePlus Health, disponibile per Android sul Google Play Store. La compatibilità è per sistemi Android 6.0 e superiori, quindi praticamente con la quasi totalità degli smartphone Android attualmente in uso, mentre non è possibile abbinare OnePlus Watch con un iPhone.

Conclusioni

Complessivamente possiamo dire che OnePlus Watch è un dispositivo molto ben curato esteticamente e su cui l’azienda ha posto la massima cura. Decisamente valide le funzionalità di tracciamento delle attività e del sonno, ma purtroppo la mancanza di app di terze parti e la poca personalizzazione lo rendono un sistema abbastanza chiuso, almeno per il momento. Avremmo sicuramente gradito la possibilità di usare un sistema di pagamento contactless, ma ci rendiamo conto che la cosa non è facile se non ci si appoggia a sistemi già esistenti nel nostro paese. Non ultima, la mancanza della lingua italiana è sicuramente penalizzante per il successo del prodotto nel nostro paese: ci auguriamo che essa possa essere aggiunta con un futuro aggiornamento del firmware.

OnePlus Watch: Disponibilità e prezzo

OnePlus Watch è disponibile sul sito OnePlus e su Amazon nelle colorazioni Midnight Black e Moonlight Silver, al prezzo consigliato di €159.

Dati tecnici

Supporta On the GO per le periferiche USB
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 402
Tipo di batteria Li-ion integrata
Ricarica rapida
Ricarica wireless
RAM 1 GB
Memoria interna 4 GB
Memoria esterna
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS
Chipset
Reti supportate
Schermo pieghevole
Tipo di pannello AMOLED
Diagonale 1,4"
Risoluzione 454x454
Sistema Operativo
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE
WiFi WiFi no
USB
Bluetooth v5.0

Foto e video

Raw
* specifiche per sensore

Multimedia

DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità