Introduzione
Da un po’ di tempo, Nokia sta “facendo il filo” ai terminali a conchiglia, che stanno trovando posizioni privilegiate all’interno delle varie serie del produttore finlandese. Il Nokia n76 è solo l’ultimo esempio di come il leader del settore abbia provato a imitare i successi di altre case, per ciò che concerne i modelli bivalve.
Qui ci occupiamo del 6290, che a livello funzioni ricorda molto l’n76, ma che a differenza di quest’ultimo costa meno di 300 euro. Stesso S.O., stessa release e stesse features in una scocca meno fashon; andiamo a scoprire insieme il 6290.

nokia_6290_19
nokia_6290_19

nokia_6290_15
nokia_6290_15

Confezione
Dopo anni spesi da Nokia a riportare sulle varie scatole alcune scene di vita quotidiana, che ci davano la misura del target del modello contenuto, finalmente si è deciso di voltare pagina; rimane il cartonato, ma stavolta, insieme a una esplosione di colori che ricordano un quadro astratto, troviamo l’immagine a dimensione naturale del nostro 6290, mentre la scritta Nokia compare addirittura 19 volte sulle sei facce del parallelepipedo, giusto per non sbagliarsi e pensare di avere comprato un Motorola.
All’interno, così come in tante altre situazioni, troviamo una disposizione molto ordinata e accurata degli oggetti: nella prima sezione abbiamo incastonato il telefono, poco sotto il caricabatteria, il cavo dati USB – Mini USB, e l’auricolare stereo con tasto di risposta sul filo (il cavo è lungo addirittura un metro e mezzo). Infine, sotto l’ultimo blocco di cartone, vediamo finalmente i manuali e il cd rom con la Pc Suite.
Di primo acchito, notiamo l’assenza di una scheda aggiuntiva di memoria, ma riteniamo sia una scelta derivante dalla volontà di comprimere al massimo i costi.

nokia_6290_01
nokia_6290_01

Primo contatto
Quello che abbiamo a disposizione è un Nokia 6290 non brandizzato, con sistema operativo Symbian Serie 60 os 9.2. Si tratta di un modello Dual Mode UMTS – GSM. Quest’ultimo sistema opera in quadribanda 850-900-1800-1900 mhz, una chicca per i globetrotter, che potranno bearsi anche della connettività davvero a tutto campo; fatta eccezione per il Wi-Fi, infatti, questo Nokia 6290 ci dà a livello wired la chance di connessione tramite il cavo USB – MiniUSB fornito a corredo (che purtroppo non ricarica), mentre la connettività wireless è assicurata dallo splendido bluetooth e dalla meno performante porta a infrarossi.
Al primo tocco, i materiali utilizzati sembrano molto buoni, lisci e solidi, ma a una analisi più accurata vanno sottolineati gli scricchiolii della struttura in caso di forte pressione e le piccole righe che segnano molto la scocca (anche con un utilizzo accurato). Eppure, esteticamente risulta gradevole, nonostante gli oltre due centimetri di spessore.
L’ergonomia risente anche dell’altezza, che non rende agevole l’apertura del flip con una sola mano; tuttavia, il meccanismo è fedele e privo di giochi, una realtà che ci fa sorridere, dopo la serie di flop di Nokia (n76 e n95 con i suoi flip traballanti su tutti). Una volta aperto, riusciamo a impugnare senza problemi questo 6290, che anche chiuso non darà l’impressione di essere pesante: i 115 grammi sono infatti ben bilanciati lungo i nove centimetri e mezzo di altezza e i cinque di larghezza. Il display interno è luminosissimo e di dimensioni generose (320×240 punti): il TFT e i 16 milioni di colori di sentono, anche quando la luce solare è molto forte. Meno performante, invece, ma comunque TFT, il display esterno, 128×160 punti a 262 mila colori.
La tastiera del 6290 è precisa e puntuale, nonostante i pulsanti siano molto ravvicinati; in particolare, stupisce il feed, con la corsa breve che ci permette di non affondare quando facciamo clic su un numero. Esiste, naturalmente, una lunga serie di tasti supplementari: il jog centrale, multidirezionale, con il consueto ‘ok’; i pulsanti del menù canonico, di quello rapido, la C (cancella), l’inizio e fine chiamata e i tasti per navigare nei menù (invio – back). Anche sui dorsi sono disposti alcuni soft-keys, come quello deputato all’attivazione del push to talk (sinistra) e le leve per il volume. Notiamo che sopra di queste è disposta la presa per la MiniUSB, mentre sotto troviamo la porta a infrarossi.
Gli altoparlanti, utili per ascoltare la musica e per parlare tramite il vivavoce, sono due, e disposti nella parte inferiore della cover su cui è disposta la tastiera.

nokia_6290_02
nokia_6290_02

La slot per le MicroSD è sulla sinistra, sulla sommità ci sono invece le prese per l’auricolare e l’accumulatore, coperte da protezioni in plastica, in realtà un po’ scomode nell’uso. A flip chiuso, potremo interagire con il piccolo display tramite la pressione dei tre soft-keys disposti poco sotto.
Sopra lo schermo esterno è allocata la fotocamera da 2.0 megapixel, provvista di flash. All’interno invece ne abbiamo una seconda, che sarà utile per effettuare videochiamate.

nokia_6290_04
nokia_6290_04

In prova
Non ci dilungheremo molto sulle funzioni canoniche di questo telefono cellulare, un po’ perché si richiamano rispetto ai Nokia ultimamente testati per Telefonino.net, un po’ perché l’interfaccia è la solita che il produttore finlandese immette sugli apparecchi Symbian, quindi molto facile e già ampiamente spiegata. Come ci aspetteremmo, il menù è organizzato a icone, ma quello che ci fa contenti è la presenza di un secondo accesso, a una serie di features, una shortcut attivabile mediante la pressione del tasto alloggiato al di sotto del jog multidirezionale.
Nel menù tradizionale, le icone sono organizzate in quattro file di tre funzioni ciascuna, a loro volta composte da liste tramite lo scorrimento delle quali potremo andare a toccare ogni singola virgola. Velocità, intuitività ed estetica sono le consuete del blasone finlandese, che mostra una parte telefonica molto valida, sia in termini di ricezione, sia in termini di audio, che convincerà anche con l’utilizzo del vivavoce.
Il miglior modo per comunicare rimane comunque l’impiego dell’auricolare, stereo, davvero comodo, che scalda la voce dell’interlocutore come se ci fosse accanto.

nokia_6290_16
nokia_6290_16

Per ciò che riguarda la messaggistica, non c’è molto da segnalare: alla facilità e velocità di composizione sms o mms, si aggiunge quella relativa alla scrittura di e-mail, alla configurazione dei vari account, con lo scambio dati che trarrà grandissimo beneficio dal sistema UMTS (soprattutto per il download di immagini della nostra posta elettronica) e per la navigazione web.
Sincronizzare il nostro device elettronico con i contatti di Outlook, o in generale mettere in comunicazione telefono e PC sarà un gioco da ragazzi e non troveremo grosse differenze utilizzo del cavo dati o bluetooth. Purtroppo manca il supporto al protocollo bluetooth stereo. Meno pratica, invece, la connettività a infrarossi.
Sempre tramite la pc Suite, perfetta e facilissima da utilizzare, potremo installare molto facilmente i contenuti Java, che in alternativa saranno scaricabili direttamente da internet tramite il link posto di default nel menù. Le funzioni PIM del telefono sono quelle che abbiamo già trovato su altri modelli di Nokia, quindi completissime e molto intuitive.
Altissimo è il grado di personalizzazione, che va dagli sfondi ai motivi, per giungere alle suonerie (potremo abbinare ai nominativi anche files mp3).

nokia_6290_18
nokia_6290_18

La parte multimediale non è la punta di diamante del 6290: la consueta fotocamera da 2.0 megapixel comprensiva di flash scatta fotografie del tutto nella media, mentre i video (formato 3gp o mp4) sono fluidi e poco pixelosi. A ciò, si aggiungono la Visual Radio e il lettore mp3, attivabile mediante la pressione dei soft-keys disposti sotto il display esterno, ma anche ovviamente a flip aperto. Potremo selezionare i brani scegliendoli per artista o per playlist, con l’equalizzatore predisposto capace di fare la differenza specialmente quando intorno a noi avremo molta confusione. Il consiglio naturale che deriva è quello di dotarsi immediatamente dopo l’acquisto di una scheda di memoria MicroSD aggiuntiva, capace di compensare gli appena 45mb messi a disposizione sul telefono.
Per il resto, un apparecchio molto valido anche dal punto di vista delle performance in termini di autonomia; tre giorni, impiegando la fotocamera e il lettore musicale, ci sembrano un ottimo risultato! Considerando anche l’ampio panorama di funzioni, che culminerà nella possibilità di visualizzare files in pdf e nell’utilizzo di Quickoffice, presente di serie nel terminale (ovvio che l’autonomia calerà drasticamente con l’uso di software e applicazioni in background).

nokia_6290_01f
nokia_6290_01f

nokia_6290_02f
nokia_6290_02f

nokia_6290_03f
nokia_6290_03f

Immagini Nokia 6290

Tutte

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata Plug in
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 950
Tipo di batteria Litio
Ricarica wireless
RAM
Memoria interna 50 MB
Memoria esterna microSD
Chipset
Reti supportate GPRS,EDGE,UMTS
Schermo pieghevole
Interfaccia utente 60
Sistema Operativo Symbian 9.1 (3.1 Edition)
NFC
HDMI
Infrarossi
WiFi WiFi no
USB
Bluetooth

Foto e video

Raw
Flash 1
Risoluzione massima
Stabilizzatore
Risoluzione massima foto
Zoom
* specifiche per sensore

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Riconoscimento iride