Secondo quanto riportato, i nuovi Xiaomi Mi 10T e Mi 10T Pro avranno display LCD a 144 Hz con interpolazione del movimento.

Xiaomi Mi 10T e Mi 10T Pro: cosa sappiamo?

Soltanto di recente, Amazon Spain ha fatto trapelare i nuovi dispositivi del colosso cinese con relativo prezzo e chipset di bordo; tuttavia, quella fuga di notizie non ha confermato una delle voci più interessanti sui nuovi telefoni appartenenti alla line-up Mi 10T di Xiaomi. Di cosa stiamo parlando? Semplice: del refresh rate da 144 hz.

Oggi il leaker Digital Chat Station ha appena ribadito che Apollo (nome in codice per i suddetti telefoni) avrò effettivamente un LCD da 144 Hz; inoltre, sembra che supporterà il MEMC, ovvero l’interpolazione del movimento dal metraggio con frame rate basso e frame rate elevato. Per fare un confronto, gli schermi del Mi 10 originale raggiungeranno i 90 Hz, mentre il 10 Ultra arrivano a 120 Hz.

Inoltre, pare che il foro per la selfiecam a bordo dei nuovi Mi 10T sarà molto più piccolo; probabilmente, misurerà solo 3,8 mm di diametro. Mentre la maggior parte di telefoni di Xiaomi ha pannelli OLED con fingerprint in.display, lo schermo LCD sui nuovi modelli indica che il lettore per le impronte digitali è spostato al lato. Al di là di ciò, il nuovo duo Mi 10T avrà un processore Snapdragon 865 di Qualcomm in versione vanilla; l’iterazione “Pro” sarà dotata di un modulo fotografico principale da 108 Megapixel e costerà 640 € circa; la versione standard invece, avrà un sensore principle da 64 Mpx e un prezzo di partenza di 550 €.

I telefoni dovrebbero disporre di una batteria da 5000 mAh con supporto alla fast charge di  Xiaomi e la risoluzione degli schermi dovrebbe attestarsi sui 2400 x 1080 pixel (FullHD+). La RAM invece, dovrebbe essere un’unità variabile dai 6 GB agli 8 GB (a seconda del modello) e lo storage (anch’esso variabile) dovrebbe presentare memorie da 128 o 256 GB.

Voci di corridoio ipotizzano le presenza anche di una terza variante più economica (Mi 10T Lite), ma i rumor a riguardo sono ancora molto pochi.

Fonte:Twitter Digital Chat Station