Ancora non conosciamo ufficialmente la nuova piccola in casa Xbox di cui tanto si parla in questi mesi; Xbox Series X, alias Lockhart “per gli amici” (nome in codice) potrebbe venir presentata – stando a quanto affermano fonti attendibili – nel mese corrente o a settembre.

Xbox Series S: Microsoft come Apple

La Xbox Series S si vuole proporre come un’alternativa low-cost alla sorellona Series X, portando sul mercato una variante “Lite” della nuova console next-gen Microsoft, al pari di quanto abbiamo visto con Xbox One X e One S. Ovviamente non sarà “economica” solo nel prezzo ma anche nella dotazione hardware che, seppur si presenterà più prestante rispetto all’attuale top di gamma, avrà delle limitazioni notevoli rispetto alla versione premium in arrivo a Natale.

Quasi certa la presenza dell’SSD e di una CPU AMD sotto la scocca; il numero dei TeraFlops dovrebbe scendere così come dovrebbe essere inferiore il comparto hardware generale della stessa. Ma basterà tutto ciò per renderla “appetibile” al pubblico? È ovvio che il fattore determinante sarà il prezzo di lancio, tuttavia, secondo Jeff Grubb, editor di VentureBeat, potremmo assistere ad una vera e propria rivoluzione nella filosofia di vendita di Microsoft.

Tenetevi forte; se Apple si vocifera che possa togliere il caricatore e le cuffie dalla confezione di vendita dei nuovi iPhone 12, Microsoft potrebbe togliere il controller dalla scatola di Xbox Series S per contenere il prezzo. La prima reazione a questa dichiarazione dovrebbe essere, istintivamente, la seguente: … WTF?!?

Se ci pensate bene tuttavia, l’indiscrezione potrebbe avere un suo senso… forse. Anche se non sappiamo quanto il costo reale di un joypad possa incidere sul costo finale del prodotto. Ad ogni modo, vi invitiamo a prendere con le dovute cautele  la suddetta news o, come dicono gli americani, “con un pizzico di sale”. E, cosa più importante, conosceremo davvero a breve la “piccola” Lockhart entro la fine del 2020?

Fonte:ResetEra