Il sito Fortune ha rivelato che prima che Whatsapp Inc. venisse acquisita da Facebook, anche Google aveva tentato la scalata nel 2013, mettendo sul piatto una cifra pari a 10 miliardi di dollari.

Non solo l’offerta era inferiore di 6 miliardi di dollari rispetto a quella effettuata da Mark Zuckerberg, ma, a differenza di Facebook, Google non aveva intenzione di arruolare l’attuale CEO di Whatsapp Jan Koum.

In tempi non sospetti e dietro lauto compenso, Google aveva inoltre richiesto a Koum di tenerla informata qualora fosse arrivata un’offerta di acquisto da una società terza. Al rifiuto da parte di Whatsapp di fornire tale informazione, il rapporto tra le due società, entrambe localizzate a Mountain View, si è definitivamente incrinato.

Il CEO di Whatsapp Jan Koum
Il CEO di Whatsapp Jan Koum