Vivo X60 Pro+ è stato finalmente presentato. Il telefono, non ha solo il processore Snapdragon 888 sotto il cofano, ma ha anche due fotocamere posteriori principali: una di Sony e l’altra di Samsung. Dopo giorni e giorni di rumor, indiscrezioni, fughe di notizie, adesso possiamo ammirarlo in maniera ufficiale. Il device è meraviglioso ed è un mostro di potenza, pronto a scontrarsi con il Galaxy S21 Ultra, lo Xiaomi Mi 11 e l’iPhone 12 Pro Max.

Vivo X60 Pro+: ecco tutte le sue caratteristiche

Il terminale ha un display curvo con un foro centrale per la fotocamera selfie. Proprio come abbiamo visto con altri produttori come OnePlus e Xiaomi, Vivo ha prestato molta attenzione allo schermo dell’X60 Pro+.

Il retro del telefono è rivestito in pelle liscia di alta qualità. I clienti avranno la possibilità di scegliere tra la colorazione Classic Orange e la Phantom Blue. Sul retro c’è un’isola rettangolare in metallo e vetro che ospita quattro telecamere. L’alloggiamento della fotocamera sporge ed è abbastanza grande: all’interno si trovano due fotocamere principali, una delle quali ha un sistema gimbal.

Il pannello del device misura 6,56 pollici e ha una risoluzione di 2376 x 1080. La sua frequenza di aggiornamento è di 120Hz mentre la sua frequenza di campionamento tattile è di 240Hz. Non manca il supporto all’HDR10 e HDR10 +.

Il processore Snapdragon 888 è accoppiato ad 8 GB o 12 GB di RAM LPDDR5. La versione da 12 GB ha una funzionalità chiamata Memory Fusion Technology che consente di utilizzare 3 GB di spazio di archiviazione come RAM aggiuntiva. Il telefono è disponibile con opzioni di archiviazione UFS 3.1 da 128 GB o 256 GB.

Vivo X60 Pro+ supporta la doppia SIM (solo Nano), ha uno scanner di impronte digitali in-display e lo sblocco facciale, l’NFC, il Bluetooth 5.2 con attenzione ai codec SBC, AAC, aptX HD e LDAC. Funziona con OriginOS 1.0 basato su Android 11. Contiene una batteria da 4200 mAh con supporto per la ricarica flash da 55 W.

Le fotocamere di Vivo X60 Pro+

L’azienda ha collaborato con  ZEISS per quanto concerne l’aspetto fotografico. L’X60 Pro + ha il rivestimento Zeiss T * che aiuta a guidare la trasmissione della luce attraverso l’obiettivo di una lente. L’aggiunta di questo rivestimento fa una differenza significativa nella qualità delle immagini scattate dal telefono.

La prima fotocamera principale è una Sony IMX598 micro pan-tilt da 48MP f / 2.2 con una lunghezza focale di 14 mm, un angolo ultrawide di 114 ° e OIS a 4 assi. La seconda lente primaria è la Samsung GN1 da 50 MP con un’apertura f / 1.57 e un sensore di grandi dimensioni da 1 / 1.3 ”. C’è anche un sensore per ritratti da 32 MP f / 2.08 con una lunghezza focale di 50 mm e un’ottica periscopio da 8 MP f / 3.4 con zoom ottico OIS 5x e super zoom 60x. La selfiecam è un’unità da 32 MP f / 2.45.

L’OEM cinese afferma che tutte e quattro le fotocamere posteriori supportano l’autofocus AF e la stabilizzazione video. Si può registrare in 8K e slow-motion in FullHD 1080p. Nel corso della conferenza, Vivo non ha annunciato una variante con processore Snapdragon 870 (come invece ci si aspettava) e non ha fatto menzione circa l’arrivo di un tablet sulle scene.

Fonte:Gizmochina