Tra i produttori sudcoreani di smartphone, il rapporto di forze è ormai scontato: Samsung, grazie ai suoi modelli della serie Galaxy continua a rivelarsi campione di vendite, posizionandosi al primo posto anche nei test di utilizzo, mentre LG cerca di uguagliare il produttore leader. Oggi, qualcosa potrebbe cambiare, poiché LG con il V30 lancia una vera dichiarazione di guerra. Il dispositivo di LG potrà rivelarsi una minacciosa alternativa al Galaxy S8?

LG V30
LG V30

Gigantesco display 18:9
Il V30 è il primo smartphone di LG con display OLED e quindi i colori sono brillanti e il nero molto intenso. Della elevatissima risoluzione di 2770 x 1440 pixel beneficiano soprattutto i visori per la Realtà Virtuale, in grado di mostrare immagini fluide. Analogamente al Galaxy S8, lo schermo di forma allungata nel formato 18:9 occupa quasi tutto il frontale, inoltre il V30 presenta tutti gli angoli smussati, è realizzato in unico pezzo completamente lucido e si rivela confortevole da tenere in mano. Tutto questo è necessario, poiché il display da 6 pollici si rivela gigantesco e per confronto, ad esempio, il G6 vanta uno schermo di “soli” 5,7 pollici.

LG V30
LG V30

Camera duale sul retro
Oltre al normale obiettivo da 16 Megapixel, il dispositivo offre anche una camera extra con grandangolo (13 Megapixel, 120 gradi). Il V30 presenta inoltre un’ottica particolarmente luminosa con f=1,6, ottima apertura di diaframma non offerta da altri smartphone. Le foto scattate con luce crepuscolare sono sorprendentemente scadenti, a causa di un intenso rumore digitale. Occorre tenere presente che, anche se il valore d’apertura del diaframma è ottimo, esso da solo non può fare miracoli, poiché con luce scarsa si rivelano importanti anche la qualità dell’obiettivo, nonché il sensore, il software e uno stabilizzatore intelligente.

LG V30
LG V30

Con luce diurna invece, il V30 di LG ha surclassato il Galaxy S8 e le immagini, pur essendo leggermente scure, si rivelano più ricche di dettagli, più nitide e con colori più naturali, rispetto a quelle scattate con il Samsung. Le fotocamere del V30 hanno una latenza di scatto brevissima e necessitino di pochissimo tempo per memorizzare le immagini. Autonomia lunghissima Anche i restanti componenti hardware del V30 sono al top e il processore Snapdragon 835, abbinato ad una RAM da 4 Gigabyte, consente un’elevata velocità di lavoro. Per la maggior parte degli utenti, la memoria interna espandibile da 49,1 GB, si rivelerà senz’altro adeguata. La batteria potrà essere ricaricata via cavo o in modalità wireless (per induzione) e la sua autonomia di ben 17 ore è quasi da record. Per confronto, la batteria del Galaxy S8 si esaurisce dopo 9 ore.

LG V30
LG V30

CONCLUSIONI
Con il V30, LG offre un dispositivo con un livello qualitativo analogo al Galaxy S8. Il nuovo display OLED nel formato 18:9 che occupa tutto il frontale, si rivela straordinario, il design del case è elegante e inoltre il V30 risulta confortevole da tenere in mano. Con luce diurna, la fotocamera è migliore di quella del Galaxy S8, rivelandosi però deludente con luce scarsa. Nelle prove, la batteria si è rivelata una grande sorpresa, dato che offre un’autonomia di ben 17 ore, che consente al V30 di LG di essere annoverato tra gli smartphone con batteria più durevole.

 

Risultati
Risultati