Secondo quanto riportato online dai portali di Nikkei Asian Review e di Bloomberg, sembra che Sony abbia intenzione di aumentare la produzione della nuova console di quinta generazione del 50% rispetto a quanto previsto inizialmente.

Sony: previste 9 milioni di console entro fine 2020

La stampa giapponese Nikkei afferma che, mentre il colosso nipponico prevedeva una spedizione di sei milioni di console per il 2020, ora tale cifra potrebbe essere salita a nove milioni; Bloomberg invece, dichiara che tale valore potrebbe attestarsi attorno ai dieci milioni. Entrambe le pubblicazioni avevano in origine abbassato le aspettative sull’aumento della domanda delle home console a causa dell’incertezza economica causata dai lunghi mesi di stallo lavorativo dovuto all’emergenza sanitaria in corso.

Tuttavia, se Sony vendesse realmente un numero di PlayStation 5 entro fine anno, vicino a quello previsto dalle due testate giornalistiche, ci troveremmo di fronte ad un notevole aumento rispetto alla console precedente. PlayStation 4 infatti, è stata lanciata nel novembre del 2013 e in soli due mesi riuscì a vendere 4,2 milioni di unità. Riuscirà Sony a raddoppiare tale numero?

Noi ipotizziamo di sì, anche per via dell’elevato (e rinnovato) interesse nei confronti del mondo videoludico da parte della comunità in questi ultimi mesi. Fra gaming domestico, mobile gaming, cloud gaming, oggi tutti sembrano andare “pazzi” per i videogames; basti pensare che negli USA la Nintendo Switch è stata introvabile per ben due mesi. Come questo, potremmo riportare anche numerosi altri esempi incredibili; il gioco di Fortnite ha visto un numero crescente di giocatori inaudito, portando il titolo alla cifra record di 350 milioni di utenti attivi nel mese di marzo scorso.

Anche Facebook sembra che stia aumentando – stando a quanto riportato da Nikkei – la produzione delle Oculus VR; l’obiettivo dell’azienda è quello di spingere la crescita dell’headset raggiungendo il numero di 2 milioni di unità vendute entro la fine dell’anno. Si vocifera inoltre, che la compagnia inizierà anche a realizzare un nuovo prodotto nel corso di questo mese, anche se non sappiamo se sarà un supporto stand-alone o correlato a qualche altro dispositivo.

Fonte:Nikkei Asian Review