Il nuovo processore top di gamma di casa Qualcomm, lo Snapdragon 875, prodotto secondo un processo architettonico a 5 nanometri, potrebbe venir svelato il 1° dicembre. A riferirlo, l’insider Roland Quandt, il quale afferma di aver ricevuto un invito destinato alla stampa per un grande evento programmato proprio in quella data.

Snapdragon 875: verrà prodotto da Samsung?

Considerato che lo Snapdragon 865 è stato presentato all’inizio di dicembre scorso, è lecito ipotizzare che la data indicata da Qualcomm possa riferirsi proprio alla presentazione del chipset di nuova generazione destinato ai flagship del 2021, come Huawei P50, Galaxy S21/S30, OnePlus 9 e simili.

Non abbiamo ancora dettagli specifici a riguardo, ma sappiamo che dovrebbe venir prodotto con l’ausilio della tecnologia a 5 nanometri ; con buona probabilità, la CPU dovrebbe disporre di un core Cortex-X1, tre core Cortex A78 e quattro core Cortex-A55. Il nuovo nucleo X1 potrebbe avere un’efficienza energetica superiore del 30% e del 23% rispetto ai core A77 e A78, rispettivamente.

Secondo quelle che sono le ultime notizie, il nome in codice del chipset è Lahaina (c’è anche la variante “Lahaina +”, che potrebbe indicare lo Snapdragon 875+ in arrivo verso la metà del 2021. Inoltre, se ci basiamo sulla politica adottata da Qualcomm negli ultimi due anni, è lecito attendere due varianti differenti, una a distanza di sei mesi dall’altra. L’unica cosa certa è che i chipset SD 875 saranno – probabilmente – prodotti in serie da Samsung; dopo tutto, Qualcomm e il colosso sudcoreano hanno raggiunto un accordo da ben 850 milioni di dollari, proprio nell’ultimo periodo.

Alcune fonti suggeriscono che il modello SD 875 Plus possa presentare una maggiore velocità di clock della CPU e della GPU rispetto alla versione normale, con conseguente piccolo upgrade nelle prestazioni. Ci sono tutte le ragioni per pensare che Qualcomm possa iniziare a rilasciare delle versioni speciali dei suoi chip di punta, focalizzandosi essenzialmente sull’aspetto gaming.

Samsung, che si occuperà della realizzazione del prodotto per Qualcomm, ha avviato la produzione della CPU in Corea del Sud utilizzando apparecchiature EUV e utilizzerà lo stesso processo costruttivo del Bionic A14 di Apple o del Kirin 9000 di HiSilicon. Unitamente al processore per il brand americano, Samsung lavorerà anche allo sviluppo del modem Snapdragon X60 e del SoC Exynos 1000. 

Fonte:Twitter Roland Quandt