Il 2019 è l’anno in cui gli smartphone pieghevoli stanno diventando realtà. I prezzi di questi dispositivi non sono però alla portata di tutti, strategia che durerà fortunatamente sono altri due anni: dal 2021, infatti, i pieghevoli costeranno di meno.

2021: prezzo più basso per i pieghevoli

Tra le prime aziende che stanno introducendo sul mercato dispositivi pieghevoli vi sono Samsung con il suo Galaxy Fold (in vendita in Italia dal 3 maggio) e Huawei con il Mate X (disponibile per l’acquisto da giugno): i due device – come sappiamo – costano non poco, con il primo che dovrebbe avere un prezzo di circa 1,980$ e il secondo intorno ai 2,299€.

Com’è naturale, a causa del prezzo, il dispositivo non è alla portata di tutti gli utenti, ma dalla Cina arriva una buona notizia: secondo Zhang Yu, Vicepresidente senior di BOE – un produttore di pannelli di visualizzazione con sede in Cina – il prezzo degli smartphone pieghevoli potrebbe scendere, fino ad arrivare a circa 1.500 dollari entro il 2021.

Ricordiamo che il Samsung Galaxy Fold è dotato di due schermi: uno esterno da 4,6 pollici e un display flessibile da 15,3 pollici all’interno, quando il device è in modalità aperta. Alimentato da un processore Snapdragon 855, conta su 12 GB di RAM e 512 GB di spazio di archiviazione.

Huawei Mate X è invece provvisto di un ampio schermo da 8 pollici, mentre una volta piegato si trasforma in un telefono con doppio display: un lato è un display da 6,6 pollici, l’altro schermo è da 6,38 pollici. Il telefono della società cinese è alimentato dal chipset Kirin 980, abbinato a 8 GB di RAM e 512 GB di spazio di archiviazione. Viene fornito con il modem Balong 5000 che supporta la tecnologia 5G.

Altri produttori di telefoni, tra cui Xiaomi, Lenovo, LG e Motorola stanno lavorando al lancio dei loro smartphone pieghevoli: sarà interessante scoprire quanto costeranno questi device.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Gizmochina