Si è conclusa oggi la Run5 Galaxy S5 Appia Run, la corsa che ha celebrato a Roma con circa 10.000 podisti intervenuti l’arrivo ufficiale in Italia del nuovo smartphone Galaxy S5.

Galaxy S5 Run5

Protagonisti in prima fila alla partenza della gara competitiva 13 kilometri insieme a D.H, Kim, Presidente Samsung Electronics Italia e Carlo Barlocco, Deputy President Samsung Electronics Italia, gli attori Vittoria Belvedere, Fabio Fulco, Gianpaolo Morelli, Primo Reggiani, Andrea Bosca, Daniele Liotti e Andrés Gil, e gli atleti Fiona May, madrina della Run5, Aldo Montano, Ciro Ferrara,  Clemente Russo.

Si aggiudicano la vittoria della corsa competitiva da 13 kilometri Hakim Radouan con un tempo di 38.52 minuti e Annalisa Gabriele con 48.19 come prima donna all'arrivo. Tra i numerosi partecipanti presenti anche alla non competitiva invece primeggia vincitrice Francesca Mattiuzzo.

La premiazione conclusiva dell'iniziativa ha visto la consegna del premio alla prima donna vincitrice della competitiva da parte di Carlo Barlocco di Deputy President Samsung Electronics Italia e al primo uomo da parte di D.H, Kim, Presidente Samsung Electronics Italia. A congratularsi invece con la vincitrice della competitiva Roberto De Benedittis, Presidente di ACSI Italia Atletica e Presidente del Comitato Organizzatore.

Galaxy S5 Run5
Galaxy S5 Run5

"Samsung è protagonista e ci fa piacere perché è una festa dello sport e della gente, noi cerchiamo di migliore la quotidianità della gente. Il fitness, lo sport, l'attività fisica stanno diventando un momento molto importante nella settimana delle persone, noi cerchiamo di fare in modo che anche la loro mobilità possa essere più performante e piacevole". Dichiara Carlo Barlocco di Deputy President Samsung Electronics Italia. "Un bilancio? Molto più che soddisfacente, eravamo pronti anche alla pioggia dal momento che il device è resistente all'acqua. A parte le battute,  Il sole ci ha aiutato e lo scenario di Roma e di Caracalla hanno reso di successo una manifestazione che non voleva essere solo sportiva ma di socializzazione, per far vedere come la tecnologia non è qualcosa che viene imposto nella vita delle persone ma un qualcosa che nasce per soddisfare i bisogni della gente"

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum