Il Wall Street Journal riporta oggi che Nuance Communications, leader nei software di riconoscimento vocale e creatrice di Dragon, S Voice e Siri, potrebbe essere presto acquisita da Samsung.

Da alcune settimane, infatti, il management di Nuance avrebbe iniziato alcuni colloqui con diverse aziende per verificare la possibilità di trasferimento della proprietà, e Samsung sembrerebbe la più intenzionata a portare a termine l’affare.

Il colosso coreano risponderebbe quindi all’ultima mossa commerciale di Apple avvenuta con l’acquisto di Beats attraverso un’operazione ancor più onerosa, considerando il fatto che Nuance viene infatti quotata ad oggi circa 6 miliardi di dollari.

Samsung sta investendo circa 12 miliardi di dollari all’anno in ricerca e sviluppo, e tale operazione rientrerebbe nelle intenzioni della società di potenziare il know-how nel campo del riconoscimento vocale e di tutti i servizi ad esso correlati.

Nel caso in cui Samsung portasse a termine l’acquisizione di Nuance, in molti si domandano cosa ne sarà di Siri e del suo sviluppo futuro. Apple potrebbe trovarsi infatti costretta a trovare una software house alternativa per l’implementazione del suo assistente vocale virtuale.

Nina � Nuance Interactive Natural Assistant

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum