Nella giornata di ieri, il celebre designer e insider Ben Geskin ha i primi render del nuovo smartphone pieghevole di casa Samsung, il Galaxy Z Fold3; da notare che questi concept sono stati realizzati sulla base di leaks e informazioni disponibili emerse sul web nelle scorse settimane.

Samsung Galaxy Z Fold3: sarà davvero così?

Ricordiamo che questo informatore è degno di fiducia in quanto è stato il primo a mostrare il design ufficiale dell’iPhone X e del Samsung Galaxy Fold2 diversi mesi prima dell’annuncio ufficiale da parte dei brand, oltre che del Mi 11 prima della presentazione avvenuta a fine dicembre dello scorso anno. L’uomo pubblica regolarmente rendering di alta qualità dei futuri device utilizzando i rumor e i dati trapelati nel web.

A giudicare da questa immagine, si nota un terminale che, quando piegato nella parte posteriore, assomiglierà al nuovissimo Samsung Galaxy S21 Ultra con il suo modulo fotografico principale. Inoltre, in confezione, si potrà godere della S Pen. Ricordiamo che, in passato, la stilo capacitiva non era appannaggio di alcun dispositivo Samsung, fatta eccezione per i telefoni della gamma Note.

Lo schermo flessibile principale riceverà cornici molto strette attorno al perimetro, così come una fotocamera frontale incorporata nello schermo. La presentazione del Galaxy Z Fold3 è prevista nella seconda metà di quest’anno.

Il mercato della telefonia vede una crescita, finalmente

Gli esperti della società di analisi IDC hanno sintetizzato i risultati del quarto trimestre del 2020 e dell’intero anno appena passato in merito al mercato degli smartphone. Come affermato nel report corrispondente, questo settore è tornato a crescere. Le vendite degli ultimi mesi dell’anno sono state di 385,9 milioni di unità, il 4,3% in più rispetto agli dispositivi venduti nel quarto trimestre del 2019. Allo stesso tempo, in tutto il 2020 però, i terminali venduti hanno subito un calo del 4,9%.

Alla fine del quarto trimestre del 2020, Apple è stata nominata leader di mercato. Il colosso di Cupertino è stato in grado di aumentare le vendite in termini annuali; cioè, rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, è riuscita ad incrementare il fatturato del 22,2,%, passando da 73,8 a 90,1 milioni di dispositivi. Il secondo posto è occupato da Samsung, che su base annua ha aumentato le vendite del 6,2%, per cui la sua quota è passata dal 18,8% al 19,1%. Il terzo posto è preso da Xiaomi: la sua quota è passata dall’8,9% all’11,2%.

Fonte:Ben Geskin