Samsung ha vissuto una giornata molto intensa negli Stati Uniti annunciando che le unità sostitutive del Galaxy Note 7 arriveranno nel Paese entro il 21 settembre. Inoltre Tim Baxter, presidente e COO di Samsung America, ha pubblicato un videomessaggio di scuse ai consumatori americani. Tra le tante cose che ha detto durante il video di 2 minuti, Baxter ha confermato che Samsung ha già sostituito finora ben 130.000 Galaxy Note 7.

Galaxy Note 7 (front)
Galaxy Note 7

Considerando che Samsung dovrà ritirare circa 1 milione di Galaxy Note 7 negli Stati Uniti, la strada sembra comunque ancora lunga per la società coreana. Almeno per ritornare in carreggiata dopo il brutto pasticcio con i Note 7. Tim Baxter ha però chiarito che i nuovi Galaxy Note 7 sono perfettamente sicuri e che i problemi alle batterie sono stati completamente risolti. "I nuovi Galaxy Note 7 saranno disponibili per lo scambio entro e non oltre il prossimo mercoledì 21 settembre", ha concluso Baxter nel videomessaggio.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum