Il Progetto Tango di Google entra in una nuova fase operativa. Dopo aver distribuito 200 smartphone, l’azienda di Mountain View è pronta a rilasciare agli sviluppatori 4000 tablet realizzati per la mappatura dell’ambiente circostante in 3D.

Il gruppo di ricerca Advanced Technology And Projects guidato da Johnny Lee sta sviluppando una tecnologia capace di tracciare in diretta lo spazio circostante mediante sensori posizionati in uno smartphone o in un tablet capaci di effettuare 250 mila misurazioni 3D al secondo, aggiornando la posizione, l’orientamento e la profondità in tempo reale ed aggregando i dati in un unico modello tridimensionale dello spazio circostante.

 Il tablet del Progetto Tango
Il tablet del Progetto Tango

Recentemente, Google aveva distribuito agli sviluppatori 200 smartphone dotati ciascuno di fotocamera posteriore da 4 megapixel, fotocamera fish-eye a 180 gradi, fotocamera frontale con visuale a 120 gradi e sensore di profondità.

Il secondo device realizzato ai fini del progetto è un tablet con Android 4.4 KitKat, display Full HD da 7”,  processore NVIDIA Tegra K1 con 4GB di RAM, 128GB di memoria interna, Wi-Fi, Bluetooth LE e connettività 4G LTE. A differenza dello smartphone, il tablet di Google è dotato di due fotocamere e di un sensore di profondità.

Il prezzo di vendita di ciascuna delle 4000 unità di tablet è di 1024 dollari.

 Il tablet del Progetto Tango
Il tablet del Progetto Tango

 Il tablet del Progetto Tango
Il tablet del Progetto Tango