Una batteria che richiede pochi secondi per essere ricaricata e non necessita di sostituzione.
Sembra un sogno ma potrebbe diventare presto una realità grazie a studi effettuati da alcuni ricercatori del Massachussetts Institute of Technology.
Combinando una tecnologia relativamente vecchia, quella dei condensatori, con la nanotecnologia il risultato è stato combinare le prestazioni delle batterie odierne con la velocità e longevità dei condensatori.
Una batteria così realizzata potrebbe essere ricaricata migliaia di volte e in pochissimo tempo, secondi invece che ore.
I vantaggi per l’utente finale sono evidenti: tempi di ricarica ridotti al minimo, nessuna necessità di sostituzione con batterie che durerebbero più a lungo degli apparecchi sul quale sono utilizzate.
Anche per l’ambiente i vantaggi sarebbero evidenti, dal momento che si ridurrebbe notevolmente la quantità di batterie da smaltire, processo costoso e, se non fatto correttamente, decisamente inquinante.
Il team di ricercatori del MIT si aspetta di ultimare i primi prototipi di queste batterie tra pochi mesi e di introdurre i primi esemplari sul mercato nei prossimi cinque anni.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum