La nuova Play Station 5 potrebbe aiutare i giocatori durante le sessioni di gaming più difficoltose. Di fatto, in presenza di livelli ostici o di boss troppo difficili da battere, la PS5 potrebbe fornire un assistente virtuale che suggerisce all’utente i procedimenti da effettuare per superare il livello o vincere la partita. A dar ragione a questo rumor è un brevetto depositato da Sony presso il FPO e pubblicato lo scorso 7 maggio.

La PS5 imparerà le abitudini del giocatore

Il brevetto descrive la presenza di un’assistente virtuale all’interno della console stessa; il suo funzionamento dovrebbe essere pressoché simile a quello di Cortana o Siri, tranne per il fatto che si dedicherebbe esclusivamente alle funzionalità gaming durante i giochi.

Nel suo brevetto, si può notare che Sony utilizza un esempio concreto per il funzionamento dell’assistente virtuale. Ipotizziamo un giocatore che sta per intraprendere una missione all’interno di un gioco sulla Play Station 5 che comporterà via 45 minuti di tempo. L’assistente virtuale spiega mediante un alert – impostato dall’utente stesso – che la sua serie TV preferita inizierà da lì a pochi minuti; l’intelligenza artificiale proporrà quindi un’altra missione più congeniale al tempo di gioco di cui il giocatore dispone.

In poche parole si potrà settare il tempo massimo giornaliero da dedicare ad un titolo; la console analizzerà i compiti precedentemente svolti, le abitudini del giocatore, così come lo script del gioco stesso al fine di fornire suggerimenti personalizzati di volta in volta, di gioco in gioco.

Un altro esempio citato da Sony riguarda le battaglie finali dove si deve sconfiggere un boss; qualora il player si dovesse trovare in netta difficoltà, il sistema gli verrà incontro fornendogli nuove tattiche attraverso una demo dimostrativo.

Bisogna vedere come l’AI verrà integrata all’interno del gameplay e se l’interazione sarà unidirezionale o bidirezionale, ovvero se si potrà interagire con l’assistente stesso. Considerando che all’interno del controller della PS5, il DualSense, sarà incluso un microfono è lecito aspettarci un rapporto non univoco fra giocatore e console.

Quando conosceremo il design della PS5?

Sony ha presentato la sua console nel dettaglio all’interno del GDC; Mark Cerny, supervisore del progetto, ha già tenuto una entusiasmante e frizzante conferenza sulle specifiche tecniche della macchina. La presentazione ufficiale tuttavia, completa di design, prezzi e funzionalità complete, potremmo averla già il prossimo 4 maggio.

Vi invitiamo come sempre a prendere questa fuga di notizie con le giuste cautele, in quanto molto spesso i brevetti presentati dalle aziende rimangono soltanto splendide idee che non trovano riscontro nel mondo reale.

Fonte:FPO