Nokia, sotto la guida di HMD Global, potrebbe lanciare presto uno smartphone da gaming. A lasciarlo intuire è stata la divisione indiana del brand, che ha pubblicato un particolare teaser sui suoi canali social.

Sei pronto al gioco?

Il teaser è arrivato sui social network sotto forma di video. Il contenuto non dà indicazioni di alcun genere sulle possibili specifiche tecniche del terminale tanto meno rilascia dettagli sulle possibili linee estetiche.

Per tutta la durata della clip vengono mostrati trailer di videogame. Alla fine del video compare un’immagine molto scura, con al centro i contorni di uno smartphone messi in evidenza da tre punti di luce. L'unica frase di tutto il teaser è "are you ready to #GameOn?", ovvero "Sei pronto al gioco?".

Stay tuned for a phone you can #GameOn pic.twitter.com/CiuxGbIvkR

— Nokia Mobile India (@NokiamobileIN) 18 settembre 2018

A parte quello che diventerà probabilmente l'hashtag che accompagnerà anche i successivi teaser, non ci sono altre informazioni. Difficile – con così pochi elementi – fare previsioni di come potrebbe essere il dispositivo e quando potrebbe essere ufficializzato.

Un altro smartphone da gaming: adesso però servono i giochi

Sono molti i produttori che hanno deciso di lanciare il proprio smartphone pensato per il gioco. Solitamente la linea è sempre la stessa: si tratta di un top di gamma con attenzione ai dettagli estetici ed al comparto audio/video.

Razer ha lanciato per primo uno device da gaming, equipaggiandolo con un display pronto a fare la differenza grazie al suo refresh rate da 120 Hz. A breve la stessa azienda potrebbe lanciare il modello successivo della stesa line-up.

Di fondo, l'idea di uno smartphone da gaming è interessante, ma c'è un problema: mancano i titoli. A parte qualche eccezione come Fortnite e PUBG, non ci sono attualmente giochi pensati per Android in grado di intrattenere utilizzando lo smartphone come fosse una console portatile.

La stragrande maggioranza delle esperienze di gioco può essere fatta con un buon medio di gamma, scendendo al massimo a qualche piccolo compromesso. L'ideale, perché uno smartphone da gioco abbia realmente senso, sarebbe riuscire a sviluppare nuovi titoli, che necessitano di requisiti hardware di alto livello in cambio di sessioni di gaming più interessanti.