La guerra di brevetti tra i big player del mercato della telefonia mobile si arricchisce di un nuovo capitolo. La corte di Mannheim, in Germania, ha giudicato HTC colpevole di aver infranto il brevetto EP 1578613 B1 di Nokia riguardante “metodo ed apparato per consentire ad una stazione mobile di adattare il suo livello di revisione in base al livello di revisione del protocollo di rete”.

In parole povere il brevetto riguarda la possibilità che hanno i device più recenti di utilizzare reti più datate. Il brevetto non viene considerato uno “Standard-Essential Patent (SEP)”. HTC utilizza in licenza brevetti SEP di Nokia ma, a quanto pare, non questo.

Il giudice ha concesso un’ingiunzione che impedisce l'importazione e la vendita in Germania di tutti i dispositivi HTC che violano il brevetto. HTC dovrà anche pagare i danni per le violazioni passate, ma l’ammontare sarà determinato in un altro procedimento legale.