Nintendo ha fatto causa a Bowser per violazione di Switch; il criminale ha lo stesso cognome/nickname del malvagio nemico di Super Mario e, per chi non lo sapesse, è stato arrestato lo scorso anno per aver venduto hack per la console ibrida del brand. Siete confusi? Tranquilli, è normale, ma andiamo con ordine.

Nintendo vs Bowser: la pirateria è un serio problema

Nintendo of America ha intentato una causa venerdì contro Gary Bowser, un “leader” dei creatori di hacking Team Xecuter. Bowser e un altro membro del Team Xecuter, Max Louarn, sono stati arrestati e accusati di 11 crimini effettuati nel 2020. La nuova causa sostiene che il criminale dall’omonino nickname abbia violato il copyright di Nintendo nella creazione e nella vendita dei suoi hack. La causa, intentata in un tribunale di Seattle, sta cercando di accusare l’hacker di due conteggi di traffico e una violazione del copyright.

Nintendo ha descritto l’attività di Bowser come “un anello pirata internazionale” che vende dispositivi di hacking per Switch progettati per aggirare le misure di sicurezza dell’azienda, consentendo agli acquirenti di eseguire giochi per la console ibrida piratati. Il colosso nipponico ha già intentato diverse azioni legali contro i venditori di strumenti di hacking, inclusi SX Pro, SX Core e SX Lite, tre gadget utilizzati per hackerare la Switch e la Switch Lite.

Secondo la causa, Bowser ha creato e venduto dispositivi di hacking Nintendo dal 2013, quando ha distribuito un dispositivo progettato per hackerare il Nintendo 3DS. Durante la causa, la compagnia della grande N ha documentato una lunga storia di attacchi di Bowser, nonché un’analisi dettagliata del funzionamento dei dispositivi.

Non di meno, la società ha intentato diverse azioni legali negli ultimi anni, una delle quali ha permesso all’azienda di ottenere un risarcimento di $ 2 milioni. Nelle news correlate, l’azienda ha vinto un’ingiunzione per una causa legale di novembre contro un rivenditore Amazon.

In precedenza, Nintendo ha definito l’hacking e la pirateria per Switch un “grave problema internazionale in costante peggioramento“. Nella causa di venerdì, gli avvocati hanno scritto che gli articoli di Bowser “continuano a mettere più di 79 milioni di console a rischio di pirateria“.

Fonte:Polygon