La Nintendo Switch che si è costruita questo ragazzo è così grande che potete catturare un Pokémon a grandezza naturale; è così grande che potreste anche vedere i peli all’interno del naso di Super Mario. Addirittura, potreste leggere il testo in Skyrim. Stiamo – ovviamente – scherzando, ma il folle esperimento di questo YouTuber è sicuramente un caso unico e originale. Analizziamolo insieme.

Nintendo Switch MEGA: l’esperimento di un simpatico YouTuber

Si dice che Nintendo stia lavorando su una Switch Pro da un po’ di tempo e, secondo quanto riferito, potrebbe fare il suo debutto a fine anno. Lo YouTuber Michael Pick non sta aspettando un nuovo modello dal colosso nipponico: ha preferito costruirsi il proprio device in autonomia… e forse la cosa gli è leggermente sfuggita di mano.

Quanto più grande?  Bhè, così ad occhio e croce, quasi sei piedi di larghezza. Si vede che è più grossa del 650%: una cosa da niente, dai. Pick ha così dichiarato:

Mi piace molto la Nintendo Switch. È piccola, è portatile, ma è davvero facile da perdere. E per me, quello era un problema. Quindi, ho deciso di risolverlo creando qualcosa di leggermente più grande.

Sembra un eufemismo quando si confronta il modello sovradimensionato di Pick (che secondo lui è il più grande del mondo) con l’originale.

La versione gigantesca dello Switch è semplicemente una console portatile abbinata ad una cornice di legno e ad un monitor TV 4K. I pulsanti sono stati stampati in 3D e c’è un interruttore reale (di dimensioni normali) nascosto all’interno. Per far funzionare i pulsanti, un controller Joy-Con più piccolo è riposto all’interno con diversi servomotori che traducono le pressioni sui pulsanti grandi nell’hardware reale all’interno. I joystick sono ancora più semplici: si tratta di enormi joy-con stampati in 3D centrati con elastici sopra quelli originali. That’s it. Nella sua semplicità, tutto ciò è geniale.

Ovviamente, l’enorme console perde parte della portabilità della classica Switch, ancor di più del modello Lite. E in più, se volessimo trovare il pelo nell’uovo, tecnicamente non è un prodotto funzionale al 100%, in quanto manca di un touchscreen e della possibilità di rimuovere i Joy-Con dalla struttura, ma non fissiamoci. Si tratta di un simpatico esperimento e va preso così per com’è e a noi piace tantissimo.

Fonte:The Verge