Milano è da qualche giorno On-Net, entra
a far parte cioè della rete mondiale in fibra ottica di MCI WorldCom,
società leader globale nella fornitura di servizi di telecomunicazioni,
presente in oltre 65 differenti paesi del mondo. Allo stesso tempo MCI WorldCom
ha annunciato poi il completamento dei primi due anelli della propria MAN (Metropolitan
Area Network) nel capoluogo lombardo, che permetterà a tutte le aziende
cittadine di accedere a servizi di telecomunicazione di qualità ed affidabilità
assoluti.

Il collegamento alla rete panaeuropea a Milano
e la realizzazione dei primi due della propria rete in fibra ottica metropolitana,
permetterà alla società di offrire servizi di telecomunicazione
di elevata qualità all'utenza professionale, implementati su una rete
proprietaria uniforme sia essa metropolitana, europea o intercontinentale ed
in completa autonomia rispetto ai gestori nazionali.

Milano è l'ultima nata delle reti metropolitane
MCI WorldCom, già presenti ed operative in Europa nelle città
di Londra, Francoforte, Parigi, Bruxelles, Amsterdam, Rotterdam, Stoccolma,
Zurigo e Dublino.

La rete digitale metropolitana, completamente proprietaria
e omogenea, offre servizi scalabili e ad ampiezza di banda variabile, a prezzi
fortemente competitivi. La gestione della rete e il supporto di assistenza sono
attivi 24 ore su 24 tutti i giorni dell'anno. In caso di malfunzionamenti, è
previsto i reinstradamento automatico dei collegamtni su percorsi alternativi.

La rete di Milano è una rete variabile ad
anelli SDH (Synchronous Digital Hierarchy) di 144 fibre per una capacità
complessiva di 29.8 Gps. Attualmente gli anelli disponibili sono quattro, che
si estendono lungo il centro della città e comprendono le seguenti zone:
Castello – Cadorna – Cordusio – Missori – Via Larga – San Babila – Scala – Via
Senato – Via Manzoni – Via Moscova, per un'estensione di 15 chilometri circa.

I servizi di Metropolitan Area Network a Milano
sono indirizzati in modo particolare alle aziende che desiderano comunicare
direttamente con le proprie sedi, oppure a società finanziarie, broker
e banche per le quali è necessario poter usufruire di trasmissioni sicure
e ininterrotte.