LG G7 ThinQ soffre di bootloop? Questo è quanto sembrerebbe emergere da numerose segnalazioni giunte sui forum online, soprattutto durante l’ultimo fine settimana. Gli smartphone colpiti dal problema, si trovano diffusi in vari Paesi europei. Il bootloop si manifesta con l’incapacità del cellulare di avviarsi, continuando il tentativo più volte, senza riuscire più ad accendersi.

Un fulmine a ciel sereno, che getta nel panico gli utenti, memori di quanto accaduto nel 2015 con LG G4, che all’improvviso si spegneva e riaccendeva andando in bootloop, costringendoli a rivolgersi all’assistenza. I possessori di LG G7 sono quindi già in allarme, temendo che possa ripetersi una situazione spiacevole come quella di 3 anni fa. Va però precisato che, per ora, non sembra trattarsi di lotti difettati come accadde con LG G4, ma i device coinvolti sembrerebbero avere tutti un punto di contatto.

LG alla ricerca della causa del bootloop

Sembrerebbe che gli esemplari di LG G7 afflitti da bootloop abbiano tutti attiva l’iscrizione ai servizi wireless di T-Mobile. Nonostante ciò, visti i precedenti, il produttore coreano sta approfondendo la questione, per indagare sulla causa del problema. Proprio l’immediata reazione da parte di LG potrebbe tranquillizzare i possessori del device, i quali non dovrebbero a questo punto andare incontro alla situazione verificatasi a suo tempio con LG G4, di cui sono stati riconosciuti i problemi solo dopo alcuni mesi.

L’assistenza ha prontamente fatto sapere che le sostituzioni dei dispositivi colpiti dal problema avverranno in tempi rapidissimi. Un chiaro segnale di come LG abbia deciso di rispondere all’emergenza, offrendo supporto ai clienti e agendo subito al fine di minimizzare i danni sia per l’utente sia per l’azienda. A tal proposito l’augurio comune è che venga scoperta al più presto la causa del malfunzionamento (ad oggi non certa al 100%), garantendo una rapida risoluzione del problema per i clienti, sia in caso di sostituzione del G7, sia in caso di riparazione o aggiornamento dello stesso.

 

Fonte: phone Arena