Tim Long, analista di BMO Capital Markets, si aspetta che le vendite di iPhone 7 produrranno numeri record. E nonostante le basse aspettative generali sul device, visto che la maggior parte delle indiscrezioni parlano di ben poche novità a bordo del prossimo top di gamma Apple. In una nota inviata ai suoi clienti, Long giustifica la sua previsione dicendo che la percentuale di utenti iPhone attivi che possiede una versione più vecchia di due anni è la più alta mai raggiunta, ragion per cui saranno moltissime le persone che vorranno comprare il nuovo flagship.

Il probabile retro dell'iPhone 7
Il probabile retro dell'iPhone 7

L'analista calcola che il 25% della base di utenti di iPhone è pronto per un aggiornamento, e che il numero di telefoni corrispondenti a tale percentuale ammonta a 120 milioni. Per il lancio dell'iPhone 6s, il 19% della base possedeva un modello di due anni o più, mentre per il lancio dell'iPhone 6 era stata del 23%. Per quanto riguarda il numero di unità ordinate da Apple, il mese scorso c'era stata un'impennata da 72 milioni a 78 milioni.