L'iPhone 6S compirà sei anni questo settembre, il ché rappresenta un'eternità nel mondo della telefonia mobile. Se ne possedete ancora uno, sappiate che Apple ha buone notizie per voi: il vostro telefono sarà idoneo per l'aggiornamento ad iOS 15 quando arriverà al pubblico questo autunno. L'iPhone 6S, 6S Plus e l'iPhone SE di prima generazione, tutti forniti con iOS 9, saranno tra i dispositivi più vecchi a ricevere l'upgrade del nuovo software della mela.

iPhone 6S con iOS 15 ma non è tutto oro quel che luccica

Sei anni sono una durata terribilmente lunga per un dispositivo mobile e sicuramente mettono il 6S in pista per essere il device supportato più a lungo mai rilasciato finora. L'iPhone 5S aveva cinque anni quando ha ricevuto l'ultimo update del sistema operativo iOS 12, ma non è mai stato idoneo per iOS 13.

Sul versante Android, Samsung ha fatto recenti mosse per migliorare la longevità del suo dispositivo offrendo quattro anni di supporto di sicurezza per alcuni dei suoi telefoni. Ma sei anni di aggiornamenti del sistema operativo e supporto mettono il 6S in una luce completamente diversa.

A dire il vero, ci saranno molte nuove funzionalità che non funzioneranno con il processore A9 Bionic del 6S. Pensiamo alla ricerca visiva simile a Google Lens, il testo in tempo reale nelle foto, la modalità ritratto in FaceTime e le indicazioni a piedi immersive in Maps che non saranno disponibili per gli utenti possessori di un iPhone 6S, poiché richiedono tutte un dispositivo con un chip A12 Bionic o successivo.

È anche possibile che il software più recente rallenti un telefono più vecchio con un processore obsoleto e meno agile. Tuttavia, potrebbe non essere necessariamente così: sia Ars Technica che Macworld non hanno riscontrato alcun impatto significativo sulle prestazioni con iOS 14 su 6S.

Quello che potrebbe essere un problema più grande, come hanno notato entrambi i tester, è che il 6S mostra la sua età con una scarsa durata della batteria. Funzionalità come i widget sono anche più difficili da utilizzare sullo schermo da 4,7 pollici del telefono; di fatto, parliamo di elementi pensati per i pannelli standard da sei pollici odierni.

I possessori di iPhone 6S non devono però disperare. Riceveranno comunque aggiornamenti potenzialmente utili come i riepiloghi delle notifiche e le modalità Focus per ridurre al minimo le interruzioni durante il giorno, la condivisione di video e musica in FaceTime e funzionalità di privacy aggiuntive.

Insomma: niente male per essere un dispositivo di ben sei anni: brava, Apple!

Le migliori offerte di oggi per Apple iPhone 6s Plus: tutti i prezzi

Fonte:The Verge