Finalmente si può discutere di informazioni ufficiali. iPhone 6s e 6s Plus sono stati svelati da Apple nel corso dell’evento di ieri 9 settembre a San Francisco. I due top di gamma non hanno tradito le aspettative della vigilia: tecnologia 3D Touch per il riconoscimento della pressione, nuova colorazione rosa per entrambi i modelli, aumento della risoluzione della fotocamera e, ovviamente, iOS 9.

La diagonale dei due schermi rimane di 4,7 e 5,5 pollici e a differenza di quanto si era speculato nei giorni antecedenti la presentazione non c’è stato l’aumento di risoluzione. I pannelli usati hanno una densità di pixel pari a 326ppi (1134×750) e 401ppi (1920×1080) rispettivamente. Il 3D Touch è il nuovo nome della stessa tecnologia Force Touch che abbiamo conosciuto con Apple Watch. Quella integrata nei nuovi iPhone riconosce i vari gradi di pressione con una diversa risposta del sistema. Una pressione media su un e-mail, ad esempio, ne mostrerà l’anteprima mentre una pressione ancora più profonda ci porterà direttamente nel testo.

iPhone 6s e iPhone 6s Plus
iPhone 6s e iPhone 6s Plus

Sotto la scocca, l’Apple A9 muove tutto, aiutato dal co-processore M9, reso abbastanza potente da permettere di usare la funzionalità vocale “Hey Siri”, anche quando iPhone 6s o 6s Plus non sono collegati a una presa di corrente. Come di consueto, la dirigenza non ha specificato i dettagli sulla RAM, il che ci fa credere che non ci siano stati cambiamenti rispetto alla generazione precedente.

La fotocamera principale adotta ora un sensore da 12 megapixel con doppio flash e apertura F/2,2, pixel grandi 1,22 micron e registrazione video fino alla risoluzione 4K. Solo iPhone 6s Plus integra lo stabilizzatore ottico dell’immagine.

Focus sulla fotocamera di iPhone 6s
Focus sulla fotocamera di iPhone 6s

Miglioramenti anche alla fotocamera frontale, la cui risoluzione sale fino a 5 megapixel. Apple ha inoltre integrato una funzionalità atta a migliorare la luce nelle foto “selfie”: lo schermo alza automaticamente la luminosità al massimo, al fine di sostituire, per quanto possibile, un flash. Una funzionalità presente anche in alcuni smartphone Android e possibile precedentemente usando il jailbreak.

Per quanto riguarda la batteria, Apple promette 14 ore di conversazione o 10 ore di navigazione internet sotto 3G per iPhone 6s e fino a 24 ore di conversazione o 12 ore di navigazione internet sotto rete 3G per iPhone 6s Plus.

iPhone 6s
iPhone 6s

I prezzi rimarranno in linea con i precedenti: si parte da 739 euro per il modello da 16GB (riconfermato come versione base); 849 euro per quello da 64GB e 959 euro per l’edizione da 128GB i prezzi per iPhone 6s. iPhone 6s Plus chiederà 100 euro in più per ogni modello. Saranno disponibili dal 25 settembre in diversi stati, come Stati Uniti e Cina, ma non l’Italia. Nel nostro paese dovrebbero essere commercializzati la settimana successiva.