A quanto sembra, pare che il fornitore di display BOE stia già realizzando gli schermi OLED degli iPhone 12. Questo è quanto emerge da un rapporto pubblicato in merito alla catena di approvvigionamento. Sebbene BOE abbia a lungo realizzato le unità LCD per Apple e, solo in seconda istanza, schermi OLED per Apple Watch, questa sarà la prima volta che l’azienda cinese realizzerà gli schermi per i melafonini del gigante di Cupertino.

BOE: terzo fornitore di OLED per iPhone 12 dopo Samsung e LG

Quando l’azienda ha introdotto per la prima volta un pannello OLED su un iPhone di punta, era il 2017; stiamo parlando dell’ormai anzianotto iPhone X e Samsung Display era il principale fornitore (ed esclusivo, diremmo anche) di display.

Le avanzate capacità di produzione OLED del brand sudcoreano hanno fatto sì questa fosse l’unica azienda in grado di soddisfare i rigorosi standard di qualità di Apple, fornendo allo stesso tempo i volumi richiesti.

Tuttavia, ad Apple non è mai piaciuto fare affidamento su un unico fornitore di componenti chiave; in seguito infatti, ha stretto un accordo da un miliardo di dollari anche con LG per farlo divenire un secondo fornitore. Si legge:

Secondo quanto riferito, Apple è in trattative con LG Display per investire da 2 a 3 trilioni di won (1,75-2,62 miliardi di dollari) nelle nuove linee di produzione OLED del produttore coreano dedicato esclusivamente agli ordini Apple.

Purtroppo, un problema tecnico ha costretto la società ad interrompere la produzione in una delle due strutture dedicate ai display di iPhone:

Secondo le fonti, il produttore di display LG Display ha temporaneamente sospeso il funzionamento della linea di produzione E6-1 a Paju, nella provincia di Gyeonggi, a causa di problemi tecnici.

Il problema è stato risolto, ma la rivale cinese BOE, meglio conosciuta come il più grande produttore di schermi televisivi del paese, ha lavorato a lungo per unirsi a Samsung e LG come terzo fornitore di OLED per iPhone.

È stato suggerito per la prima volta nel 2017 che BOE stava proponendo ad Apple ordini OLED, con un rapporto nel febbraio di quest’anno che Apple stava prendendo in considerazione questo. L’idea è stata rafforzata da un successivo rapporto che BOE stava investendo nello stesso OLED di nuova generazione tecnologia come Samsung […]

Alcuni iPhone del 2020 e del 2021 avranno per la prima volta schermi OLED di fabbricazione cinese, secondo gli analisti coreani. Il rapporto afferma che i negoziati di BOE con Apple hanno avuto successo e che fornirà più pannelli OLED di LG entro il 2021.

Il rapporto di Digitimes di oggi afferma che BOE è ora riuscita a ottenere i suoi primi ordini per gli OLED dei modelli da 6,1 pollici di iPhone 12.

Stando a quanto riportato, BOE Technology inizierà a spedire pannelli OLED da 6,1 pollici, anche se in piccoli volumi, per l’iPhone 12 appena rilasciato nella seconda metà di ottobre, con la prospettiva di aumentare gradualmente le spedizioni correlate nel 2021, secondo fonti del settore.

Wired ha notato anche che, all’inizio dell’anno, BOE produceva già schermi OLED per smartphone Huawei di fascia alta e secondo quanto si vocifera, potrebbe persino realizzare schermi per futuri telefoni Samsung Electronics, nonostante la divisione Display della società coreana. Il rapporto evidenzia:

La tecnologia di visualizzazione BOE è attualmente utilizzata nei modelli di smartphone più popolari di Huawei, comprese le serie P e Mate di fascia alta, e secondo quanto riferito produrrà lo schermo palmare che apparirà su Huawei Mate 40 di quest’anno.

BOE ha persino fornito l’OLED flessibile utilizzato nel pieghevole Huawei Mate X, che si è dimostrato molto più affidabile degli sforzi OLED flessibili di Samsung. Forse, quindi, non sorprende che Samsung stia prendendo in considerazione l’utilizzo di schermi BOE per i suoi dispositivi futuri, probabilmente a scapito della propria unità Samsung Display dominante nel settore.

Le migliori offerte di oggi per Apple iPhone 12: tutti i prezzi

Fonte:9to5Mac