Ebbene sì: ci siamo! Da quant’è che aspettavate una funzione simile? Lo sappiamo, ci sono voluti soltanto 14 versioni del software per dispositivi mobili ma… hey! Finalmente ciò che volevate è qui… o quasi. Non vi resta che aspettare il prossimo autunno per scaricare iOS 14 e iPadOS 14 ufficialmente via OTA sui vostri iDevice. Tutto bello, ma vi starete chiedendo voi: “Qual è questa fantomatica grande notizia di cui stiamo parlando?” Buoni, vi stavamo tenendo sulle spine…

iOS 14: Chrome, Outlook o quello che preferite!

La misteriosa funzionalità di iOS e iPadOS 14 è la seguente: si potranno impostare app per le posta elettronica o per la navigazione web non ufficiali Apple… come software di sistema.

Avete presente quando sul vostro PC o Mac installate Chrome e il sistema vi chiede se volete utilizzarlo come “Predefinito”? Perfetto. È questa la funzione. Sebbene possa sembrare banale, è una delle novità più importanti che il colosso ha introdotto con la release appena presentata. Il motivo è presto detto: questa feature è sinonimo di una nuova grande apertura da parte di Apple nei confronti dei prodotti esterni, hardware o software che siano (pensiamo all’integrazione di accessori esterni in “Find my”, ad esempio), ma non solo.

Anche all’interno della stessa società, si può notare la nuova apertura al mondo dei widget di derivazione androidiana ma rivisitati secondo lo stile pulito, minimal ed elegante tipico della società di Tim Cook.

Tornando alla news, per la prima volta potrete impostare Chrome, Opera o Outlook, Spark, Edison che sia, come software di sistema al posto di Safari e Mail. Di fatto, finora la compagnia è sempre stata criticata per aver costretto gli utenti iOS ad utilizzare i suoi software come predefiniti senza alcuna opzione per modificar le impostazioni. Adesso questo cambiamento renderà felici tutti gli utenti che, da ormai lungo tempo, richiedono il supporto al browser di Google o ai client mail di terze parti che – ammettiamolo – risultano essere spesso migliori rispetto a quello standard offerto da Apple.

Fonte:MacRumors