iOS 13 nasce con il peccato originale: una ingenua vulnerabilità consentirebbe infatti ad un utente estraneo di accedere al device aggirando ogni protezione del lock screen e arrivando all’elenco dei contatti memorizzati sul device. Ecco la dimostrazione:

iOS 13 è previsto per la prossima settimana, in concomitanza con l’arrivo dell’iPhone 11 nelle mani degli utenti (avviate in giornata le prenotazioni). A questo punto le tempistiche diventano interessanti.

Jose Rodriguez, autore della scoperta, rivelò a The Verge il problema nel mese di luglio: l’editore portò quindi avanti una corretta segnalazione al team di Cupertino affinché si potesse intervenire con una correzione prima del rilascio ufficiale. All’interno della “Gold Master” di iOS 13, però, il bug è ancora presente e ciò significa che il codice pronto ad andare in distribuzione nasce con un exploit zero-day sul capo.

Trattasi di una vulnerabilità con molti limiti, poiché consente solo di accedere ai contatti e solo nel caso in cui si possa avere accesso fisico al dispositivo. Secondo Rodriguez il problema sparirà invece con iOS 13.1, il cui rilascio non è però previsto prima della fine del mese.

Le migliori offerte di oggi per Apple iPhone 11: tutti i prezzi

Fonte:The Verge