LA DIRETTA INIZIERÀ ALLE ORE 17.

L'invito alla conferenza di lancio del LG G4
L'invito alla conferenza di lancio del LG G4

Ed ecco la nostra video-anteprima direttamente dall'evento di Milano:

17:38 – Finita. Ora andiamo alla ricerca delle demo del dispositivo, vi terremo aggiornati con i primi video sia qui che sul nostro canale Youtube. 😉 

17:37 – 3GB di RAM, 32GB di storage espandibile. C'è solo una versione di G4. 

17:37 – Domande e risposte. LG G Flex 2 e G4 saranno venduti allo stesso prezzo, ma hanno target differenti secondo l'azienda. 

17:36 – Video finale, la presentazione rapida si avvia a conclusione. 

17:35 – Il G4 arriva a giugno, a un prezzo consigliato di 699 euro. 

17:34 –  Un aggiornamento che arriverà in seguito renderà il G4 compatibile con la tecnologia Mirrorlink delle automobili Wolkswagen.

17:33 – LG segue Google sul Drive. Con il G4 per 2 anni 100GB sul cloud di Mountain View, grazie alle app preinstallate. 

17:32 – Smart Notice più integrato e compatto nell'interfaccia, cambia colore per adeguarsi lo sfondo. 

17:32 – Event Pocket permette di identificare inviti ed eventi nella posta, ad esempio, per semplificare prendere appunti e appuntamenti in agenta. 

17:31 – Anche Smart Bulletin è stata migliorata per renderla più sensibile al luogo dove ci si trova. 

17:30 – Rivista la galleria fotografica, per catalogare le foto in momenti e luoghi. 

17:29 – La nuova UX4.0 è stata resa maggiormente personalizzabile, per consentire a tutti di sfruttare al meglio il proprio smartphone. 

17:28 – Niente Snapdragon 810. Come anticipato c'è a bordo lo Snapdragon 808, LG dice che il SoC è stato sviluppato assieme all'azienda statunitense per ottimizzare l'esperienza d'uso. 

17:25 – Ritorna la memoria dedicata alla grafica, e LG ha anche sviluppato una interfaccia per monitorare le app che consumano energia in background. Tutto per cercare di allungare la vita alla batteria rimovibile da 3.000mAh. 

 17:23 – Schermo realizzato con tecnologia IPS Quantum, aderente allo standard DCI (non il solito RGB) al 98 per cento. Migliorata l'illuminazione che dovrebbe consumare meno.

17:20 – C'è anche il formato RAW, ovvero il formato puro estratto dal sensore della macchina senza compressione. Occupano più spazio, ma il G4 ha 32GB di storage integrato espandibile (tramite microSD). 

17:19 – Resta la modalità automatica "punta e scatta", ma LG ci tiene molto a spiegare le doti della sua modalità manuale: c'è persino l'istogramma per le immagini scattate che consente di valutare la bontà dei fotogrammi. 

17:18 – Invece del secondo flash, LG ha montato un sensore RGB che permette di migliorare la qualità dei colori ripresi dalla fotocamera posteriore. 

17:17 – Interessante la misura del sensore, 1/2,6 pollici. La lente è, come anticipato, una f/1,8. Ovviamente OIS, stabilizzazione ottica che compensa fino a 2 gradi di tremolio (un valore che ci pare di ricordare superiore a qualsiasi altro prodotto mobile). 

17:16 – Confermata la modalità manuale che permetterà di regolare sensibilità ISO, bilanciamento del bianco e tempo di esposizione.

17:16 – Colby Brown, il fotografo che aveva già fatto capolino una prima volta la scorsa settimana, ora è in video per spiegare le qualità della fotocamera posteriore del G4.

17:15 – Rapidità di accesso e utilizzo della fotocamera, ancora autofocus laser che agisce in 0,276 secondi. Tempo di avvio della fotocamera 0,6 secondi. Doppio tocco sul tasto posteriore del volume per attivare e scattare rapidamente una foto. 

17:15 – Ora è la volta di un video sulle qualità fotografiche del G4. 

17:14 – Schermo leggermente curvo, diagonale 5,5 pollici. LG ne fa una questione di ergonomia. 

17:13 – Ci saranno comunque cover tradizionali, in bianco ceramica, grigio metallico o grigio scuro. 

17:12 – Un altro video che spiega il processo di studio che ha portato al design del G4. Pare proprio che LG abbia deciso di vendere il G4 con la cover posteriore di pelle di serie. Tre colorazioni: marrone, rossa o nera.

17:11 – Tre le caratterisitiche fondamentali: design, esperienza multimediale tramite display e fotocamera, ed esperienza d'uso unica di LG. 

17:11 – Raffaele Cinquegrana sul palco ora, per illustrare nel dettaglio le specifiche del G4. 

17:10 – Video-promo di nuovo sullo schermo, con le prime immagini della cover posteriore e delle altre caratteristiche del G4. 

17:08 – Il percorso iniziato con l'Optimus G ha raggiunto un capitolo importante con il G3 che ha visto la vendita di 10 milioni di esemplari, e il riconoscimento ottenuto al MWC. 

17:07 – Ovviamente LG lavora anche al werable, con i diversi Watch Urbane e G Watch ma non solo. 

17:05 – LG non bada solo agli smartphone: tutto diventerà smart nell'immediato futuro, a cominciare dalla automobile. E l'azienda coreana ha una business unit dedicata interna. 

17:03 – Omar Maruccia, di LG Italia, è salito sul palco e dopo i saluti di rito sta raccontando la politica e l'approccio LG al mercato mobile.

17:01 – Si comincia! Video-promo e musica a palla.

***

Sappiamo molto ma non sappiamo tutto del nuovo G4 di LG: il flagship dell'azienda di Seoul sarà presentato oggi in contemporanea mondiale, e Telefonino.net è a Milano per l'evento riservato alla stampa italiana che inizierà alle ore 17. Oggi si saprà di più sul processore installato a bordo, sullo schermo (sarà curvo?) e sulla fotocamera posteriore di un dispositivo che già lo scorso anno ha riscosso un ottimo successo di critica e di pubblico.

Sono molte le indiscrezioni circolate in queste settimane a proposito del G4: LG si è anche fatta sfuggire un mini-sito dedicato alla sua nuova ammiraglia, nel quale però non tutte le informazioni sembravano aggiornate. Sappiamo che dovrebbe montare uno schermo da 5,5 pollici come lo scorso anno, sempre in risoluzione QHD (2560×1440), ma non sappiamo se sarà curvo come su G Flex 2. Anche il processore installato è un piccolo rebus: scommettere sul Qualcomm Snapdragon 810 pare una mossa sicura, ma potrebbero anche esserci sorprese magari relative a un exa-core come lo Snapdragon 808.

Mini-sito LG G4
Mini-sito LG G4

Quest'ultimo è un prodotto interessante sotto diversi punti di vista: condivide col fratello maggiore un design basato su CortexA57 (due core) e A53 (quattro core), e non dovrebbe pagare un dazio eccessivo in termini di prestazioni assolute pur garantendo un consumo ridotto. Resta da capire se LG potrebbe davvero fare affidamento su un SoC di fascia alta ma non altissima per quello che, fino al 2014, è stato senza ombra di dubbio il suo prodotto più rappresentativo. Scontato comunque che ci siano non meno di 3GB di memoria RAM a bordo, e
lo storage interno (espandibile tramite microSD) dovrebbe partire da
32GB come ormai su tutte le ammiraglie Android.

Della fotocamera posteriore si sa qualcosa in più: dovrebbe montare una luminosa lente f/1,8, abbinata a un sensore da 16 megapixel. LG pare abbia investito molto su questo reparto, arrivando a dotare lo smartphone di controlli manuali per esposizione e bilanciamento del bianco in modo tale da offrire un'esperienza d'uso superiore a chi cerca massime prestazioni fotografiche in un cellulare.

LG G4 con scocca colorata in pelle
LG G4 con scocca colorata in pelle

Appuntamento quindi a partire dalle ore 17, qui su Telefonino.net, per conoscere le novità che LG ha in serbo. Subito dopo la conferenza vi proporremo anche i primi hands-on dei nuovi terminali, sempre in diretta qui e sul nostro canale YouTube.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum