Siamo a Londra, nel mezzo di Battersea Park: location dove si svolgono da sempre importanti concerti nella capitale inglese. È qui che Huawei ha deciso di tenere il suo evento di primavera, che come anticipato dai rumors dovrebbe vedere il debutto della nuova ammiraglia P9. Non sarà però, probabilmente, l’unico annuncio di oggi: seguiteci qui su Telefonino.net per il racconto di questa giornata, vi posteremo aggiornameti, foto e video da Londra con tutte le novità che saranno presentate. La conferenza inizierà tra pochi istanti, potrete seguire il nostro live-blogging su questa pagina!

Huawei P9
Huawei P9

15:05 – Gran traffico e tempo incerto oggi a Londra, ci abbiamo messo una vita ad arrivare al Battersea Park. Giusto in tempo per seguire la conferenza, che sta iniziando in questo momento…

15:09 – Dopo una breve introduzione, Richard Yu il CEO di Huawei Device sul palco che ricapitola gli ultimi anni di annunci della linea P: dal P1 fino al P8 dello scorso anno.

15:10 – Lo scorso anno il P8 ha puntato molto sulla fotocamera: sensore RGBW, stabilizzatore ottico di alto livello, foto notture di ottimo livello. Yu lascia intendere che quest'anno si passerà al livello superiore.

15:11 – Senza troppe cerimonie, annunciati P9 e P9 Plus, realizzati in collaborazione con Leica. Vedremo quali sono le caratteristiche di questo prodotto.

15:13 – Si parte dal design, ispirato dalla architettura contemporanea: il target sono gli "smart consumer" e gli appassionati del fashion. Un altro tratto distintivo è l'aspetto massiccio e con finiture premium.

15:14 – Linee più dolci del P8 sembrerebbe dalle foto mostrate, e lo schermo resta da 5,2 pollici. Yu ci tiene a precisare che nelle stesse misure dell'iPhone 6 ci va uno schermo 0,5 pollici più ampio, con una saturazione  96% per i colorie e una luminositàpari a 500nit.

15:16 – Sottile e compatto: 6,95 millimetri di spessore, nessuna sporgenza per la fotocamera, e un boro dello schermo ridotto a 1,7mm. Yu confronta queste misure con quelle del Galaxy S7.

15:17 – La batteria è da 3.000mAh.

15:17 – Quattro colorazioni per il P9, quelle probabili: rose gold, oro, argento e grafite. Migliorata la finitura dei bordi, più rotondi e dolci rispetto a quelli squadrati dello scorso anno.

15:19 – Disponibile anche la colorazione Ceramic White, lucida e realizzata con un complesso sistema in 5 strati per creare l'effetto finale.

15:20 – Le colorazionii disponibili sono in totale 6: grazie a diverse finiture per le versioni metalliche, si potrà scegliere tra molte opzioni a seconda del proprio gusto.

15:23 – La parte del keynote dedicata al design pare esaurita, Yu passa alla fotocamera e punta esplicitamente a battere tutti gli smartphone in circolazioine.

15:24 – Foto nitide, foto belle: la partnership con Leica punta a garantire anche spazio creativo e artistico alle ambizioni del P9.

15:25 – Un video racconta la storia di Leica e della partnership stipulata con Huawei.

15:25 – Sul palco Oliver Kaltner, CEO di Leica, per raccontare il ruolo della sua azienda. Saluti di rito.

15:27 – Si parla esplicitamente di nuovo standard per la fotografia su smartphone. Il ruolo di Leica si concentra soprattutto sulle ottiche.

15:27 – La questione, continua Kaltner, è scegliere il partner giusto per offrire al pubblico più ampio possibile l'esperienza Leica per la fotografia. Con Huawei, dice, il rapporto è stato immediatamente positivo.

15:29 – Kaltner continua a lodare i valori che guidano la sua azienda. Nel frattempo alle sue spalle si alternano immagini del P9 e della fabbrica dove vengono create le lenti che lo equipaggiano.

15:30 – A giudicare dalle immagini del P9, assomiglia molto nelle finiture al Nexus 6P…

15:30 – Kaltner precisa che il lavoro di Leica continua a concentrarsi sui propri prodotti fotografici, oltre a considerare questo tipo di partnership.

15:30 – In un certo senso, la partnership con Huawei permette a Leica di allargarsi a un mercato consumer più ampio.

15:32 – L'approccio intuitivo delle fotocamere Leica è stato traghettato anche sullo smartphone presentato oggi.

15:33 – La storia può essere scritta, o fotografata: così, solenne, Kaltner.

15:34 – La fotografia con smarrtphone è istantanea e democratica, sancisce il CEO di Leica: questo è il motivo per lanciarsi con Huawei in questo mercato.

15:35 – Tornato Yu sul palco, per raccontare tecnicamente come è fatta la fotocamera del P9.

15:37 – Doppia fotocamera, ciascuna con lente Summarit da 6 elementi dedicata. Una lente sviluppata appositamente per lo smartphone.

15:37 – Anche il processo di elaborazione dello scatto è stato sviluppato in collaborazione con Leica.

15:38 – Sensore 12 megapixel Sony IMX286 con pixel da 1,25 nanometri di diagonale. Uno dei due sensori è RGB, l'altro è monocromatico.

15:39 – Il sensore monocromatico cattura il 300 per cento in più di luce: rispetto all'iPhone 6S, Yu vanta una capacità di catturare il 270 per cento di luce in più.p

15:39 – Messe a confronto foto controluce e alla sera, ovviamente il P9 risulta vincitore sull'iPhone.

15:40 – La tecnologia di combinazione tra RGB e BW serve a migliorare anche la resa cromatica e il contrasto: il risultato è una gamma cromatica e una gamma dinamica ampliata.

15:41 – Il processore ISP è diventato dual-core per aumentare l'efficacia di elaborazione degli scatti. E migliora anche la capacità di messa a fuoco in tutte le condizioni di luce.

15:42 – Messa a fuoco ibrida che unisce laser, depth e phase focus.

15:43 – Il laser la fa da padrone nelle breve distante, mentre la costruzione doppio-sensore permette di raccogliere informazioni più precise sulla profondità e migliorare la messa a fuoco sulle lunghe distanze. C'è anche un chip dedicato unicamente alla messa a fuoco.

15:44 – Mostrati alcuni esempi di messa a fuoco rapida in condizioni di scatto particolari (scene di azione).

15:45 – Terza parte del keynote dedicata alla qualità artistica della fotocamera del P9. Si parla della qualità dello sfocato (bokeh), che sembra sfruttare un meccanismo di funzionamento e anteprima simile a quello visto su Honor 6+.

15:46 – Molti scatti effettuati dal P9 mostrati sul palco, se sono queste le capacità del doppio sensore c'è senz'altro da essere impressionati.

15:47 – La taratura dei colori è basata sui parametri offerti da Leica, da sempre uno dei punti di forza del marchio. Ci sono anche le modalità pellicola Leica, compresa una che esalta i colori e una che li rende più delicati (vivid e smooth).

15:48 – C'è anche un bianco e nero Leica, che sembra esaltare soprattutto il contrasto dei toni.

15:51 – Interessante idea, c'è anche il suono dell'otturatore e le grafica tipica delle fotocmaere Leica.

15:52 – Finalmente nel Pro mode di Huawei disponibile lo scatto in RAW: vedremo come si comporterà su questo smartphone.

15:53 – Un altro video che racconta le qualità fotografiche del P9. Se lo scorso anno la fotocamera era un fattore importante, quest'anno sembra che Huawei ci abbia davvero puntato tutto.

15:54 – Dopo tutto questo racconto sulla fotografia, eccoci al resto dell'hardware: nuovo lettore di impronte digitali, quarta generazione, che è in grado di leggere anche in 3D le creste dei polplastrelli.

15:55 – Confermato Kirin 955, fino a 2,5GHz di frequenza per un octa-core. Tecnologia 16nm FinFET.

15:56 – Connettività ovviamente LTE, disponibile anche una versione dual-SIM. Supporto a 18 bande LTE, un vero world-phone. Migliorata anche la velocità di ricerca delle reti in romaing.

15:57 – Migliorata la tecnologia di passaggio da WiFi a connettività mobile, con il sistema che ora elenca le WiFi a portata in base alla qualità del segnale e dell'esperienza che sono in grado di garantire.

15:58 – Per migliorare l'efficienza di connessiione è stato ulteriormente migliorato l'algoritmo di passaggio tra le due antenne disponbili a bordo: serve anche a minimizzare l'attenuazione legata alla mano che impugna lo smartphone.

15:59 – Huawei ha anche elaborato un nuovo algoritmo di ottimizzazion del file system per minimizzare il lag dopo molti mesi di utilizzo di un telefono.

16:00 – Migliorata anche l'autonomia, rispetto al passato: 20 ore di chiamate in 3G, 12 ore di video in HD, dichiarate.

16:01 – Il confronto è di nuovo con iPhone 6s, battuto ancora: il P9 dovrebbe arrivare a oltre 1 giorno di autonomia con uso intenso, 10 minuti di ricarica per 5 ore di conversazione. Connettore USB tipo C.

16:01 – Fino a questo punto abbiamo parlato del P9. Ora si passa al Plus. Schermo da 5,5 pollici FHD, 108% di saturazione colore e contrasto 1:1,18 milioni.

16:04 – Misure compatte, spessore 6,97 millimetri. Superficie frontale ridotta a confronto con iPhone 6s Plus.

16:05 – Batteria 3.400mAh.

16:06 – 23 ore di autonomia in conversazione, 14 ore di video HD.

16:07 – Secondo Yu con un uso normale si arriva a 2 giorni di autonomia. E 10 minuti di ricarica in questo caso equivalgono a 6 ore di conversazione.

16:07 – Audio stereo sul Plus.Usa capsula auricolare e altoparlante di sistema assieme.

16:08 – Selfie camera con autofocus da 8 megapixel, lente f/1.9. Saranno felici i fan dei selfie al buio.

16:08 – A bordo del P9 Plus c'è anche lo schermo Press Touch, che misura i livelli di pressione sul pannello. 18 app a bordo abilitate per questa tecnologia.

16:09 – Sul Plus c'è anche l'emettitore a infrarossi, mancante sul P9 standard. Comodo per svolgere il ruolo di telecomando universale. Applausi in sala, si vede che è un tema sentito.

16:10 – Quattro colori per il P9 Plus, compreso il ceramic white. Disponibile anche una smart cover dedicata.

16:11 – Huawei Talkband B3, design leggermente diversa da quella dello scorso anno (più arrotondato e sottile). Tutta in metallo, schermo Gorilla Glass: anche l'audio è stato migliorato. Lavoro svolto anche sulle funzioini tracking, più precise rispetto al precedente: c'è anche il barometro, quindi misura anche i piani di scale scalati.

16:12 – Cinque colori per il Talkband B3.

16:19 – Non è finita, ora si parla della fotocamera con Changzhu Li, vicepresidente di Huawei. A lui toccherà probabilmente raccontare della partnership con Leica e con i fotografi professionisti a cui è stata offerta la possibilità di testare per primi il P9.

16:20 – Iniziamo con David Guttelfelder del National Geographic. Che ha portato il P9 in Messico.E racconta di come sia cambiato fare il fotografo da quando si doveva sviluppare i rullini per mandare gli scatti al giornale,mentre oggi tutto avviene via smartphone.

16:21 – La metà delle foto di Guttenfelder che vende ai giornali oggi sono scattate con uno smartphone.

16:24 – Uno degli scatti mostrati, racconta David, è stato reso possibile dalla modalità manuale del P9: con una interfaccia familiare per chi è già utente Leica, dice.

16:27 – Tocca ora a un fotografo sportivo, Reuben Krabbe. Ha portato il P9 sulle montagne del Canada e persino sottacqua per testarne le capacità.

16:30 – Reuben loda la rapidità di scatto e lo scatto raffica del P9, e la sua capacità di lavorare anche a basse temperature.

16:33 – Ora è il turno del cinese Zhu Yinghao, fotografo di viaggio.

16:36 – Zhu ha gradito la misura e il peso del P9, che gli permette di viaggiare leggero e di entrare più naturalmente in