Nel mondo sono 65 milioni gli utenti di videogame su cellulare e il dato è destinato a crescere. La società di ricerca Strategy Analytics stima infatti che gli operatori dei telefonia mobile dovrebbero ottenere un incasso di ben 3,7 miliardi di dollari soltanto dal business dei giochi sui telefonini.
Il mercato per il quale si prevedono le maggiori possibilità di sviluppo è quello asiatico, mentre solo negli Stati Uniti i giocatori mobili raggiungeranno quota 71,2 milioni nel 2007, contro i 7 milioni del 2002.
Secondo i dati di Informa Telecom & Media, l’anno appena concluso ha generato un giro di affari pari a 2,5 miliardi di dollari, con una proiezione per il 2010 di 11 miliardi di dollari.
Ecco quindi che gli operatori di telefonia e gaming si stanno spostando su questo nuovo mercato, partito in realtà un po’ sottotono (nel 2000 erano stati spesi solo 60 milioni di dollari secondo Informa Telecom & Media), ma che pare avere maggiori margini di sviluppo rispetto al gaming tradizionale.
Tra le ragioni del successo dei giochi per cellulari, vi sono la diffusione capillare dei telefonini, il costo contenuto del downloading e la rapidità di trasferimento dalla rete all’apparecchio.
Una recente ricerca di IGN Entertainment ha poi ricostruito le preferenze, le abitudini d’acquisto e di uso dei giocatori. Secondo quanto riportato dallo studio, questi preferiscono acquistare singolarmente il gioco piuttosto che abbonarsi a sottoscrizioni mensili e prediligono comprare il gioco direttamente via cellulare senza usare il computer. Considerano infine la modalità multiplayer un aspetto importante del prodotto.