Un gruppo di ricercatori guidato dal  Dott. Leeka Kheifets, epidemiologo presso la University of California di Los Angeles, afferma di aver trovato la prova che quando le donne in gravidanza li usano regolarmente, i loro figli hanno più probabilità di avere problemi comportamentali. Lo studio non dimostra che l’uso del cellulare è causa di questi problemi ma i ricercatori affermano che sarebbe interessante approfondirne i risultati. Kheifets e il suo team hanno esaminato i dati provenienti da un campione di 28.000 bambini di 7 anni e delle loro madri che hanno preso parte ad uno studio danese che ha monitorato 100.000 donne che erano incinte tra il 1996 e il 2002.Le madri di circa il 3 per cento dei bambini hanno dichiarato che i loro figli hanno problemi di comportamento cosiddetti "borderline" mentre un altro 3 per cento ha rilevato un comportamento anomalo, quali obbedienza o problemi emozionali.