Solo ieri, Huawei P30 Pro è stato scovato su Geekbench, nota piattaforma di benchmark, dove sono stati registrati risultati in multi core e single core interessanti, ma non così elevati. Adesso, il futuro flagship del colosso cinese fa un salto anche su AnTuTu e la storia sembra ripetersi: buon punteggio, ma sotto i 300.000 punti.

P30 Pro riuscirà a dominare le classifiche di AnTuTu?

Quando si tratta di benchmark, soprattutto di device non ancora ufficializzati, c’è sempre da interpretare i dati con cautela, per almeno due motivi: di base, un test effettuato su uno smartphone tramite un’app può essere stato fatto in diverse condizioni, mai rese note, che possono alterare (positivamente o negativamente) il punteggio; inoltre, se il terminale non è ancora ufficiale è certo che a bordo c’è un software non definitivo, che non permette di esprimere al massimo le potenzialità del device.

Premesse fatte, il totale realizzato sulla piattaforma di AnTuTu da P30 Pro è di 286152 punti. Un buon dato che però, attualmente, non gli consentirebbe di dominare la classifica dei device più potenti. Il mese di febbraio se lo è aggiudicato Samsung Galaxy S10+ secondo AnTuTu, annunciato lo scorso 20 febbraio, con un totale di più di 332000 punti. Il decimo, ed ultimo, in classifica è Xiaomi Mi Mix 3 (297000 punti circa): questo significa che, attualmente, P30 Pro non rientrerebbe affatto nella top ten.

Difficilmente il primo benchmark sarà anche quello definitivo: solo l’ufficialità del device, ed almeno un aggiornamento software, potranno permettere di eseguire test più realistici in grado di offrire una percezione delle performance del flagship rispetto a quelle dei prodotti della concorrenza. Ormai manca poco più di una decina di giorni al lancio della nuova ammiraglia di Huawei, dopo il 26 marzo più di qualche dubbio sarà sciolto.

Fonte: GSM Arena