A quanto emerge in rete, il nuovissimo foldable di casa Huawei, il Mate X2, sembra che sia prossimo al debutto. In queste ore è apparso infatti sul portale per la certificazione dei dispositivi 3C, rivelando diverse features di cui disporrà. Una fra tutte, la ricarica da 66W come i telefoni della serie Mate 40.

Huawei Mate X2: fast charge da 66W e modem 5G

Il lancio di Huawei Mate X2 sembra essere imminente, in quanto lo smartphone ha appena ricevuto la certificazione 3C. Da quel che si legge, il nuovo smartphone pieghevole è appena stato individuato sul portale cinese mostrante il numero di modello TET-AN00 / TET-AN10. Dall’elenco emerge anche che il Huawei Mate X2 sarà compatibile con le reti 5G e supporterà la tecnologia di ricarica rapida da 66 W proprietaria dell’azienda, come la neonata serie di flagship Mate 40.

Il Huawei Mate X2 dovrebbe essere il successore dell’originale Huawei Mate X, il primo foldable della compagnia lanciato nell’oramai lontano 2019. Anche se la società non ha confermato nulla, in merito all’estetica e alle specifiche tecniche circolano diversi rumor da molto tempo.

In primo luogo, sappiamo che il Mate X2 sarà dotato di un doppio display simile a quello che abbiamo potuto osservare con il Samsung Galaxy Z Fold2. Secondo quanto riferito, il portatile presenterà un design pieghevole verso l’interno e un display esterno di dimensioni generose, con tanto di foro per la selfiecam. Sul retro, si dice che lo smartphone utilizzerà un modulo rettangolare con quattro fotocamere costituite da due sensori da 40 MP ciascuno. Non mancherà neppure lo zoom ottico da 3x.

Fra le altre specifiche di Mate X2 citiamo il pannello da 8,3 pollici con il refresh rate da 120Hz. Sotto la scocca invece, troverà posto il processore Kirin 9000, il nuovissimo SoC a 5 nanometri prodotto da TSMC per il colosso cinese. In base a quanto emergfe da una certificazione Wi-Fi, dovrebbe essere presente anche un chipset Hi1105 per il Wi-Fi 6, il Bluetooth 5.1. Ad alimentare il tutto, Android 10 personalizzato con la skin EMUI 11.

Fonte:91mobiles