Il design del nuovo Huawei Mate X2 potrebbe essere del tutto simile a quello del Galaxy Z Fold 2; a rivelarlo è un recente brevetto del colosso cinese emerso in queste ore.

Huawei Mate X2: simile al Galaxy Z Fold 2?

Ricordiamo che l’azienda di Ren Zhengfei è una delle poche società al mondo ad aver portato sul mercato un device pieghevole (due, ad essere precisi); ricordiamo il Mate X e il Mate XS di quest’anno, entrambi dotati di un display pieghevole verso l’esterno (soluzione alquanto bizzarra) e sistema operativo Android AOSP con EMUI e HMS.

Ora, un nuovo brevetto suggerisce che la prossima generazione di device Huawei Mate X possa arrivare con un pannello pieghevole  verso l’interno; sì, proprio come quello di Galazy Z Fold 2.

Secondo un recente rapporto pubblicato online, il gigante tecnologico cinese ha depositato un brevetto per il dispositivo avente un simil form factor nel 2019 presso il CNIPA; finalmente, il 25 settembre questo è stato approvato ed è stato immediatamente condiviso in rete dai colleghi di LetsGoDigital.

Osservando le immagini appare chiaro come lo smartphone presenterà una nuova estetica (per l’azienda) e che questo device rappresenterà il prossimo fiore all’occhiello della compagnia. Vediamo che il display esterno fungerà da principale quando il gadget è chiuso su sé stesso; si nota anche una selfiecam a doppio foro.

D’altra parte, l’ampio pannello sul retro copre la maggior parte del pannello posteriore, con il suo meccanismo a cerniera che si piega verso l’interno, il che è molto diverso da quello che l’azienda ha offerto finora.

Inoltre, il design del modulo delle fotocamere posteriore ricorda quello dell’attuale flagship  Huawei P40 Pro +, anche se le configurazioni del sensore saranno leggermente diverse, con un obiettivo zoom periscopico che si troverà anche sul retro. In più, sembra che l’area che ospita la fotocamera e le specifiche chiave, in configurazione “full-open”, risulti essere più spessa del normale. Chissà il perché di tale scelta. Non ci resta che attendere maggiori informazioni in arrivo nei prossimi mesi.

Fonte:LetsGoDigital