La serie Mate di Huawei è stata sempre lanciata nel corso della seconda metà dell’anno ed anche per il 2020 non dovrebbe fare eccezione. Sebbene abbiamo visto parecchi render a riguardo, non abbiamo ancora a disposizione le immagini che potrebbero darci un’idea generale di quello che potrebbe essere l’aspetto reale del prossimo Mate 40. Qualche novità, si è però intravista nelle ultime ore, quando un blogger, attraverso la piattaforma social Weibo, ha pubblicato una foto che mostrerebbe la protezione per lo schermo del Mate 40 Pro.

Huawei Mate 40: nuove indiscrezioni

Come è possibile vedere dall’immagine, il foro nell’angolo in alto a sinistra andrebbe a confermare il fatto che il Mate 40 Pro potrebbe disporre di uno schermo completamente borderless e dotato di doppio foro. Inoltre, il display continuerebbe ad essere curvato ai lati. Inoltre, dal confronto tra la protezione dello schermo del Mate 40 Pro e l’attuale Mate 30 Pro, è possibile notare come le dimensioni siano pressoché identiche. Il leaker RODENT950 ha rivelato che la dimensione dello schermo del Mate 40 Pro si aggirerebbe, infatti, attorno ai 6,7-6,8 pollici.

Considerando che il Mate 20 Pro ed il Mate 30 Pro supportano entrambi il riconoscimento facciale 3D, viene spontaneo pensare che anche il prossimo Mate 40 Pro possa continuare a fornire questa tecnologia. Un altro aspetto molto importante è quello legato alla frequenza di aggiornamento del display, che stando a quanto trapelato dovrebbe raggiungere i 90 Hz. Non è però da escludere che possa toccare anche i 120Hz.

Ad ogni modo, lo schermo sarà uno degli aspetti centrali del prossimo top di gamma Huawei ma i miglioramenti più interessanti si avranno anche sotto la scocca. Per quanto riguarda il processore, dovrebbe essere utilizzato il nuovo Kirin 1020, ma come detto in precedenza, non è da escludere anche il Kirin 1000, anch’esso in fase di sviluppo. Ci sono anche notizie che la serie Huawei Mate 40 fornirà due diverse versioni di chip. All’orizzonte balena però anche un’altra idea, soprattutto a seguito dell’accordo stipulato tra Honor e Mediatek per quanto riguarda la fornitura dei processori, che vedrebbe l’utilizzo di un SoC HiSilicon in patria mentre l’implementazione di un chip Dimensity sulla versione Internazionale.  Chiaramente si tratta solo di ipotesi e nulla è stato ancora confermato o smentito.

Fonte:GIZCHINA.COM