Insieme ai suoi nuovi telefoni Huawei P30 e P30 Pro presentati finalmente poche ore fa, la società cinese ha anche annunciato i suoi auricolari wireless Huawei Freelace.

Freelace riduce il rumore del vento

Le cuffie lanciate da Huawei – che possono essere utilizzate in modalità wireless o tramite il connettore USB-C presente sul telefono – sono dotate di driver dinamici da 9,2 mm e progettate con controlli simmetrici sui lati sinistro e destro. Il cavo è composto da nichel e lega di titanio a cui è stato aggiunto del silicone, il che si traduce in un’esperienza senza grovigli, maggiore durata e “memoria di posizione”: il cavo dovrebbe, in buona sostanza, mantenere la sua forma.

I nuovi auricolari di Huawei sono inoltre certificati IPX5 e quindi in grado di resistere al sudore, oltre a presentare una riduzione del rumore del vento che le rende ideali per l’uso esterno, ad esempio durante una sessione di running. Tuttavia, secondo quanto si evince dai primi test, non esiste un effettivo annullamento del rumore. Entrambe le gemme dei Freelace hanno pulsanti magnetici che permettono all’utente di poter mettere in pausa la musica, terminare le chiamate o disattivare l’ascolto di un brano per accettare una chiamata ricevuta sul proprio dispositivo.

La prima volta che Huawei Freelace si collega al telefono, la funzione HiPair avrà il compito di accoppiare gli auricolari al dispositivo. In termini di durata della batteria, i Freelace sembrerebbero piuttosto impressionanti: Huawei dovrebbe infatti permettere di avere – con una singola ricarica – 12 ore di conversazione o 18 ore di riproduzione musicale. La tecnologia di ricarica rapida della società cinese promette che basteranno 5 minuti per avere a disposizione 4 ore di riproduzione audio.

Freelace è disponibile al prezzo di 99 euro, in una scelta di colori che si abbina alle quattro nuove opzioni di tonalità pensate per il suo nuovo top di gamma.

Fonte: Theverge