Il mercato dei sistemi operativi per dispositivi mobili è molto più vario e complesso di quel che sembra. Non ci sono infatti solo i due player principali – Android e iOS che si spartiscono oltre il 95% del mercato – ma anche una piccolissima galassia di altri sistemi ormai non molto diffusi. Samsung, ad esempio, continua a credere e implementare il suo Tizen, anche se ormai ha quasi deciso di abbandonare il mercato smartphone per concentrare questo OS esclusivamente in altri dispositivi, come smartwatch, televisori, ecc.

Il nuovo Honor 5C by Huawei
Il nuovo Honor 5C by Huawei

A quanto pare ora anche Huawei sta pensando di costruire un proprio sistema operativo per dispositivi mobili. La notizia arriva dal sito TheInformation.com, è una specie di “si dice”, ma per il momento non ci sono ancora conferme ufficiali. La motivazione che potrebbe aver spinto la società cinese a prendere questa decisione potrebbe risiedere nell’esigenza di essere diventare il meno possibile dipendenti da Google. Certo, sviluppare smartphone basati sul sistema operativo Android l’ha portata diventare la terza azienda al mondo per la vendita di questi dispositivi – dietro solo a Samsung e Apple – però è anche vero che un rapporto simbiotico di questo tipo alla lunga può essere vissuto come una restrizione o una limitazione del campo in cui operare. Dipendere cioè da Google per la gestione dei propri apparecchi può essere fonte di limitazioni, frustrazioni, impedimenti, ritardi nella crescita, ecc.
Al momento – lo ricordiamo – Huawei utilizza per i suoi smartphone un'interfaccia utente proprietaria denominata Emotion UI è basata su Android. Si tratta ovviamente di una semplice personalizzazione del sistema operativo di Google che poggia come un layer – più o meno complesso – sul progetto sviluppato a Mountain View. C'è da dire inoltre che la Emotion UI è particolarmente apprezzata dagli utenti cinesi ma, al di fuori dei patri confini, pare non riscuotere parecchie simpatie.

Abigail Sarah Brody
Abigail Sarah Brody

Difficile dire se Huawei stia sul serio sviluppando un suo sistema operativo o se questa sia solo una voce falsa, messa in giro da fonti non bene informate. Comunque pare che l'azienda recentemente abbia assunto Abigail Sarah Brody, una ex designer di Apple, al fine di lavorare ad una nuova versione della Emotion UI. Insomma sul versante OS qualcosa di certo bolle in pentola.