Nell’ultimo anno è stata molto aggresiva l'espansione di Xiaomi a livello globale. Sono tanti i mercati internazionali in cui ha introdotto i propri dispositivi.
Uno di questi è la Corea, regno incontrastato di Samsung e LG.
Lunedì scorso, il gestore telefonico sudcoreano KT, ha iniziato a vendere per la prima volta smartphone Xiaomi nel paese ma, dopo appena due giorni, di punto in bianco, ha bloccato la vendita di questi smartphone.

Il logo del gestore coreano Kt
Il logo del gestore coreano Kt

KT aveva iniziato a vendere gli smartphone di Xiaomi in partnership con il sito sudcoreano di shopping online Interpark.
Anche se non sono chiari i motivi della sospensione delle vendite, salta agli occhi (cosa sostenuta da varie fonti) che alla base di tale decisione vi sono degli aspetti legali relativi alla vendita.
Ma Xiaomi non è nuova a questo tipo di vicende: l'anno scorso gli era stato impedito di vendere, per un breve periodo, in India perché accusata di infrangere alcuni brevetti Ericsson.