Samsung Galaxy S21 non riceverà i display dall’azienda BOE; questo è quanto emerge da un recente rapporto trapelato da ETNews. Nonostante la compagnia abbia garantito gli ordini OLED on-cell per la futura serie Mate 40 di Huawei, sembra che l’azienda non sia riuscita a soddisfare le aspettative dell’OEM sudcoreano, pertanto verrà tagliata fuori dai giochi nella produzione della futura gamma S21.

Galaxy S21: qual è il motivo della rottura con BOE?

Diverse fonti del settore tuttavia, non hanno rivelato il vero motivo dell’annullamento dell’ordine; molti leaks affermano che il motivo vero risiederebbe nella qualità non eccellente e nel prezzo unitario del display.

Il documento prevede anche che Samsung Display potrebbe introdursi nella partita, sfidando la concorrenza e togliendo lo scettro della fornitura di pannelli di BOE. Come sappiamo, Samsung Display è una delle società consociate a Samsung Electronics e fornisce schermi a brand come Apple, LG e Samsung stessa.

BOE dal canto suo, ha commercializzato le ultime tecnologie come l’AMOLED curvo, l’OLED on-cell e ha guadagnato la fiducia dei suoi fornitori nel tempo grazie alla bontà del suoi prodotti. Non è un caso che attualmente detenga il monopolio nel mercato dei display. Per tale motivo, la compagnia cinese non è pronta a fare un passo indietro, in quanto diversi rapporti affermano che gli sforzi per concludere un ulteriore accordo probabilmente continueranno.

Un addetto ai lavori ha affermato che BOE ha investito molti soldi nello sviluppo di un’unità prototipale per Samsung e ritiene che potremmo vedere tale tecnologia sulla futura gamma Galaxy S21. Dal canto suo, Samsung ha affermato di voler continuare a cercare alternative per la fornitura di pannelli OLED.

BOE è riuscita ad imporsi nel segmento dei display LCD e adesso sembra che stia puntando al primato nella produzione di display OLED flessibili. Con buona probabilità la loro partnership continuerà, anche se al momento sembra che stia attraversando una crisi, si spera, passeggera.

Fonte:ETNews